Direttore responsabile Maria Ferrante − domenica 14 luglio 2024 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

CULTURA ITALIANA NEL MONDO - NAPOLI /PARIGI - LA COMPAGNIA DEL TEATRO MERCADANTE e non solo CON "PUPO DI ZUCCHERO" A LA COLLINE, TEATRO NATIONAL, DALL'8 AL 18 GIUGNO

(2023-05-25)

Prossimo appuntamento con il Teatro napoletano a La colline - Teatro Nazionale - a Parigi dall'8 al 18 giugno prossimo per assistere alla rappresentazione "Pupo di Zucchero," ovvero  La Festa dei morti, liberamente ispirato a Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile, dopo il successo dello scorso 21 maggio di  "Tavola Tavola, chiodo chiodo" , progetto di Lino Musella e Tommaso De Filippo una produzione Elledieffe, Teatro di Napoli - Teatro Nazionale,  tratto da appunti, articoli, corrispondenze e carteggi di Eduardo De Filippo, protagonista lo stesso Lino Musella. 

L'opera di Musella presenta un inedito ritratto di artista: Eduardo e le sue battaglie donchisciottesche per il teatro, condotte tra poche vittorie e molti fallimenti, il cui titolo è tratto dalla dedica che Eduardo riserva a Peppino Mercurio, il suo storico macchinista, e che fa incidere su una lapide tuttora posizionata sul palcoscenico del San Ferdinando. Un omaggio al suo sodale capomastro che tavola su tavola, appunto, aveva ricostruito quello stesso palcoscenico distrutto dai bombardamenti nel ‘43.

Lo spettacolo "Pupo di Zucchero", testo e regia Emma Dante, liberamente ispirato a “Lo cunto de li cunti” di Giambattista Basile
testo e regia Emma Dante,  con Tiebeu Marc-Henry Brissy Ghadout, Sandro Maria Campagna,....produzione Sud Costa Occidentale, Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, Scène National Châteauvallon-Liberté, ExtraPôle Provence-Alpes-Côte d’Azur, Teatro Biondo di Palermo, La Criée Théâtre National de Marseille, Festival d’Avignon, Anthéa Antipolis Théâtre d’Antibes, Carnezzeria e con il sostegno dei Fondi di integrazione per i giovani artisti teatrali, della DRAC PACA e della Regione Sud.

L'atto unico  rievoca la storia di un vecchio che per sconfiggere la solitudine invita a cena, nella loro antica dimora, i defunti della famiglia. Nella notte fra l’uno e il due novembre, lascia le porte aperte per farli entrare.

Il 2 novembre, giorno dei morti, il vecchio ‘nzenziglio e spetacchiato, rimasto solo nella  casa vuota, prepara una pietanza tradizionale per onorare la festa. Con acqua, farina e zucchero il vecchio impasta l’esca pe li pesci de lo cielo: il pupo di zucchero, una statuetta antropomorfa dipinta con colori vivaci. In attesa che l’impasto lieviti richiama alla memoria la sua famiglia di morti. La casa si riempie di ricordi e di vita: mammina, una vecchia dal core tremmolante, il giovane padre disperso in mare, le sorelle Rosa, Primula e Viola “tre ciuri c’addorano ‘e primmavera”, Pedro dalla Spagna che si strugge d’amore per Viola, zio Antonio e zia Rita che s’abboffavano ‘e mazzate, Pasqualino tuttofare.
Secondo la tradizione in alcuni luoghi del Meridione c’è l’usanza di organizzare banchetti ricchi di dolci e biscotti in cambio dei regali che, il 2 novembre, i parenti defunti portavano ai bambini dal regno dei morti. Durante il rituale, in quella notte, la cena era un momento di patrofagia simbolica; nel senso che il valore originario dei dolci antropomorfi era quello di raffigurare le anime dei defunti. Cibandosi di essi, era come se ci si cibasse dei propri cari.

Un assaggio del teatro napoletano che potrebbe rappresentare per gli italiani in Francia e per gli stessi francesi occasione per apprezzare nel mese di luglio, a Pompei , la stagione estiva dello Stabile di Napoli, che si svolgerà dal 16 giugno al 16 luglio.
La cui rassegna, l Pompeii Theatrum Mundi , giunta alla sesta edizione, si aprirà con una Clitennestra interpretata da Isabella Ragonese e diretta da Roberto Andò.

Gli spettacoli  proseguiranno con le Nozze di sangue di Garcia Lorca con Lina Sastri protagonista, con la Medea di Euripide diretta da Federico Tiezzi, per concludersi con un Ulisse contemporaneo in cui si mescolano teatro, danza e musica dal vivo. (25/05/2023- ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07