Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 27 febbraio 2024 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI.ITALIANI ALL'ESTERO - XIX CONGRESSO CGIL - SEGR.GEN.LANDINI "IMPORTANZA RETE DEI PATRONATI INCA ESTERO COSTRUZIONE RELAZIONI E RAPPORTI CON PAESI IN CUI SI E' PRESENTI"

(2023-03-18)

Inizia con un ulteriore ringraziamento al Presidente della Repubblica, Mattarella per il messaggio inviato al Congresso della CGIL, l'intervento conclusivo del Segretario Generale uscente, e di lì a poco riconfermato, Maurizio Landini. " Una lettera molto importante che con il suo messaggio e le sue belle parole ha riconfermato il valore della nostra Costituzione e d il valore del lavoro"  Lo ringraziamo - ha affermato Landini -  perché non è stato un saluto formale ma ha indicato come sia necessario davvero rimettere al centro il lavoro, le persone e l'importanza del superamento della precarietà".

Un particolare ringraziamento è andato, poi, oltre che alla stampa - declinata in tutte le sue espressioni tecnologiche - per la visibilità che ha voluto dare al Congresso, ed  ai sindacati internazionali per la loro presenza ed il loro contributo ai lavori del congresso.
" Voglio ricordare 'con forza' un punto molto importante della partecipazione dei sindacati internazionali: l'aver definito il "Manifesto della rete internazionale antifascista" ed aver messo in campo una serie di iniziative molto importanti che vanno verso la stessa direzione". 

Ed a proposito delle iniziative internazionali, di grande rilevanza per dare vita ad una nuova "internazionale del lavoro, il Segretario Generale della CGIL ha dato rilevante risalto alla presenza dei Coordinatori delle INCA all'Estero.  "Proprio in occasione del Congresso si è tenuta la riunione dei  Patronati INCA che lavorano in tutti i Paesi dove siamo presenti".

La riunione, promossa dall'INCA Nazionale per un ampio dialogo e confronto con le INCA all'estero sugli sviluppi della rete estera alla luce delle attuali esigenze espresse dalla mobilita' internazionale delle persone e dei  lavoratori, e conclusa dallo stesso Landini, che aveva ieri fatto presente ai coordinatori "l'importanza di costruire la 'catena di integrazione' tra tutela individuale e collettiva, presupposto fondamentale per avviare quel cambiamento, di cui abbiamo bisogno, rafforzando l'inclusione".  E concludendo i lavori aveva dichiarato  "Il patrimonio di conoscenze e competenze di Inca fa parte del patrimonio di tutta la Cgil"

Landini ha fatto anche presente alla platea dei delegati al Congresso come alla luce dell'impegno delle INCA all'estero  "la costruzione di questa rete riattiva relazioni, riattiva rapporti che permettono di rimettere al centro quanto la CGIL sta facendo". Lo dico - ha proseguito -"perché questa rete risulta particolarmente significativa ed importante  se penso all'intervento della ministra spagnola del lavoro, molto apprezzato dal congresso". Un intervento che "ci ha fatto piacere per la disponibilità che la ministra Diaz ha dato e per lo stesso impegno nell'essere presente di persona".  In quell'intervento, " ha rilanciato la necessità che il mondo del lavoro tornasse ad avere a livello internazionale una sola parola, una sola voce, con una rappresentanza in grado di indicare anche un modello di lavoro, di vita e sociale diverso dal passato".
"Ecco, credo che questo insieme di attività durante le giornate del Congresso ci ha permesso di  evidenziare, con grande forza e visibilità',  come sia necessario rimettere al centro il lavoro e la persona, non solo sul piano della 'difesa' di una condizione ma come elemento essenziale per cambiare il modello sociale ed economico che in questi anni, sostanzial-mente si è affermato.  E di farlo nonostante - qui c'è la contraddizione - sia aumentato il numero delle persone che per vivere devono lavorare. Non c'è, infatti, mai stato un numero così grande di lavoratori in Italia, in Europa e nel mondo. Ma quello che si è determinato negli anni è stata una frantumazione dei diritti, di una divisione del mondo del lavoro e di una concentrazione della ricchezza in mano a pochi, che non ha precedenti.  E da un certo punto di vista, ha ribadito Landini rispondendo all'intervento della Premier Meloni, si sta cercando di capovolgere un punto fondamentale" per la CGIL :  la ricchezza la produce chi lavora e non la ricchezza la produce l'impresa o la finanza,  il che fa si che si diventi tutti consumatori e non lavoratrici e lavoratori. In questo modo si sta negando un elemento di fondo..... (18/03/2023-M.F.-ITL/ITNET)

PROSEGUE ....Collegamento all'intervento Video su Collettiva  https://www.collettiva.it/speciali/xix-congresso-cgil/2023/03/18/video/maurizio-landini-cgil-congresso-xix-conclusioni-2861001/  testo AL VIDEO a cura di Giorgio Bordoni . (18/03/2023)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07