Direttore responsabile Maria Ferrante − domenica 23 giugno 2024 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DONNE - 8 MARZO - KATIA DA ROS (CONFINDUSTRIA): SOSTENIBILITA' SOCIALE, DIVERSITA', INCLUSIONE FATTORI CHE POSSONO INCREMENTARE PRESENZA DONNE NEL MONDO DEL LAVORO. PIL SALIREBBE DI 12,4 PUNTI"

(2023-03-08)

  “L'attenzione alla sostenibilità sociale, alla diversità, all'inclusione sono fattori che possono e devono incrementare la presenza delle donne nel mondo del lavoro. Sono i numeri a dimostrarlo: se si aumentasse il tasso di occupazione femminile, che nel 2021 era il 49,4%, fino a portarlo ai livelli di quello maschile (il 67,1%), il Pil potrebbe salire di circa il 12,4%, secondo i dati McKinsey Global”. Così Katia Da Ros, Vice Presidente di Confindustria con delega all'Ambiente, Sostenibilità e Cultura in un’intervista al Sole24Ore.

Secondo Da Ros, c'è ancora molta strada da fare in questa direzione, nonostante i dati Cerved 2022 dimostrino che includere le donne nel mondo del lavoro aumenti il benessere economico. “Oltre a generare una maggiore ricchezza, si crea una società più giusta e più equa. Sono valori che stanno diventando più diffusi e condivisi.

L'attenzione all'inclusione e alla sostenibilità, inoltre, sono fattori di successo per un'azienda. Ma ci sono molti elementi in cui ancora siamo indietro” ha affermato la Vice Presidente, individuando nella formazione uno dei problemi principali. “Ancora troppo spesso le donne non si sentono adatte ad affrontare una formazione tecnico-scientifica.

E’ un retaggio culturale che ha radici profonde. Aggiungo poi un altro dato negativo: una ragazza su 4 tra i 15 e i 29 anni non lavora e non studia. E lo scenario peggiora se pensiamo che abbiamo 1,2 figli per ogni donna, poiché alla questione dell'occupazione femminile si aggiunge anche quella della demografia” - ha osservato.

Per Da Ros anche sull'imprenditoria femminile siamo indietro, nonostante l'Italia sia un Paese manifatturiero: “solo il 22,18% delle imprese è al femminile, contro una media Ue del 32” - ha detto, aggiungendo che “la transizione green e digitale è un'occasione importante: da qui al 2026 le imprese e la Pa avranno bisogno di 4milioni di lavoratori con competenze Esg. Può essere un grande volano di inclusione femminile”.

In conclusione, secondo la Vice Presidente, serve mettere in campo politiche che favoriscano l'occupazione e invertano il trend negativo sulla natalità, dagli asili ai sostegni economici, con un mix di misure che possano incentivare modelli alternativi di accudimento, perché è sulle donne che ricade la cura dei figli e degli adulti. In questo senso, “è importante anche lo smartworking e una maggiore flessibilità lavorativa.” - ha spiegato Da Ros. (08/03/2023-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07