Direttore responsabile Maria Ferrante − domenica 21 aprile 2024 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI.ITALIANI ALL'ESTERO - EUROPA/UCRAINA - II° ANNIVERSARIO INVASIONE RUSSA DICHIARAZIONE CONGIUNTA PRESIDENTI EUROPARLAM., CONSIGLIO EUROPEO E COMMISSIONE: "FUTURO UCRAINA E' NELLA UE"

(2024-02-23)

  Dichiarazione congiunta dei presidenti delle istituzioni dell'Unione europea in occasione del secondo anniversario dell'invasione russa dell'Ucraina

"Oggi segna un tragico anniversario: quello della guerra di aggressione su vasta scala della Russia contro l'Ucraina in manifesta violazione del diritto internazionale e della Carta delle Nazioni Unite. Due anni di violenza, brutalità, terrore e distruzione. Non dimenticheremo mai lo shock iniziale dell'attacco, l'orrore degli eventi a Borodianka, Bucha, Mariupol.

Eppure, nonostante tutte le continue atrocità e le sofferenze inflitte in tutto il paese, l'Ucraina è ferma. L'eroico popolo ucraino sta dimostrando forza d'animo e determinazione nel difendere la propria patria e nel lottare per la propria libertà e i nostri valori europei condivisi.

L'Unione europea sosterrà sempre l'indipendenza, la sovranità e l'integrità territoriale dell'Ucraina all'interno dei suoi confini internazionalmente riconosciuti. L'annessione illegale della Crimea e di Sebastopoli 10 anni fa segna l'inizio della prolungata aggressione della Russia contro l'Ucraina.

La Russia e la sua leadership sono l'unica responsabilità di questa guerra e delle sue conseguenze globali, nonché dei gravi crimini commessi. Rimaniamo determinati a ritenerli conto, anche per il crimine di aggressione.

Ogni giorno, l'Ucraina affronta i costanti attacchi brutali e indiscriminati del suo aggressore. Più che mai, rimaniamo uniti e fedeli alla nostra promessa di sostenere l'Ucraina per tutto il tempo necessario. Per il popolo dell'Ucraina, per la pace e la sicurezza in Europa e per la prevalenza dell'ordine internazionale basato sulle regole.

L'Unione europea continuerà il suo forte e incrollabile sostegno politico, militare, finanziario, economico, diplomatico e umanitario per aiutare l'Ucraina a difendersi, proteggere il suo popolo, le sue città e le sue infrastrutture critiche, ripristinare la sua integrità territoriale, riportare le migliaia di bambini deportati e porre fine alla guerra.

L'Unione europea ha deciso di aprire i negoziati di adesione con l'Ucraina e la aiuterà nel suo percorso verso l'adesione all'UE. Il futuro dell'Ucraina sta nell'Unione Europea. L'Unione europea continuerà a fornire all'Ucraina un sostegno finanziario regolare e prevedibile. Il pacchetto di assistenza finanziaria da 50 miliardi di euro per il 2024-2027 aiuterà l'Ucraina a soddisfare i suoi bisogni immediati, a ricostruire la sua economia e la sua società, a modernizzare le sue istituzioni e a consolidare la democrazia e lo stato di diritto.

Continueremo ad affrontare le pressanti esigenze militari e di difesa dell'Ucraina, comprese le consegne di munizioni e missili urgentemente necessari. Abbiamo intrapreso azioni senza precedenti a livello dell'UE per aumentare la produzione dell'industria europea della difesa e continueremo ad aumentare la capacità, il che ci consentirà di intensificare il nostro sostegno militare e la cooperazione con l'Ucraina, rafforzando contemporaneamente la nostra prontezza alla difesa e la sovranità europea. Stiamo anche lavorando su futuri impegni di sicurezza che aiuteranno l'Ucraina a difendersi, resistere agli sforzi di destabilizzazione e a scoraggiare gli atti di aggressione in futuro.

La Russia e i suoi leader pagheranno un prezzo crescente per le loro azioni. Insieme ai partner, abbiamo imposto sanzioni senza precedenti contro la Russia e i complici della guerra e rimaniamo pronti ad aumentare la pressione sulla Russia per limitare la sua capacità di fare la guerra. Abbiamo anche compiuto i primi passi concreti verso la direzione di entrate straordinarie derivanti dalle attività immobilizzate russe per sostenere l'Ucraina. Continueremo le nostre azioni mirate per isolare ulteriormente la Russia nei forum internazionali.

Sosteniamo la formula di pace dell'Ucraina per una pace giusta, globale e duratura basata sui principi della Carta delle Nazioni Unite e del diritto internazionale, nonché tutti gli sforzi per un vertice globale sulla pace con il più ampio sostegno internazionale possibile.

Oggi, le nostre bandiere sventoleranno fianco a fianco come simbolo della nostra solidarietà, impegno e determi-nazione.

[i] Il sostegno militare e gli impegni di sicurezza saranno forniti nel pieno rispetto della politica di sicurezza e di difesa di taluni Stati membri e tenendo conto degli interessi di sicurezza e di difesa di tutti gli Stati membri. (23/02/2024-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07