Direttore responsabile Maria Ferrante − domenica 21 aprile 2024 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI ALL'ESTERO - 150° ITALIA/BRASILE - V.MINISTRO CIRIELLI E SEGR.GEN. FARNESINA A CELEBRAZIONI RIO DE JANEIRO E SOTTOSEGR. TRIPODI ALL'AMBASCIATA DEL BRASILE A ROMA. REGIONE VENETO IN PRIMA FILA.

(2024-02-22)

APERTE LE CELEBRAZIONI PER I 150 ANNI DELL'IMMIGRAZIONE ITALIANA IN BRASILE: A ROMA ED A RIO DE JANEIRO

A ROMA ALL'AMBASCIATA DEL BRASILE IN ITALIA:

"Il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale Maria Tripodi ha partecipato all’evento  tenutosi a Palazzo Doria Pamphilj, accolta dall'Ambasciatore Renato Mosca de Souza.

Nel suo indirizzo di saluto ai partecipanti, il Sottosegretario Tripodi ha ricordato la grande amicizia tra Italia e Brasile, fondata su fortissimi vincoli storici e culturali" fa presente una nota della Farnesina. L'esponente del Governo ha, inoltre, sottolineato il fondamentale apporto della comunità di italiani in Brasile, che conta 700mila cittadini registrati e oltre 30 milioni di persone di discendenza italiana, ed evidenziato il contributo della comunità brasiliana presente in Italia.

Il Sottosegretario - sottolinea la nota della Farnesina - ha riaffermato l’importanza della collaborazione tra l’Italia e i Paesi del continente sudamericano, in cui il Brasile gioca un ruolo fondamentale e figura tra i nostri principali partner. In particolare quest’anno, con la presidenza italiana del G7 e quella brasiliana del G20, Italia e Brasile saranno a stretto contatto per affrontare insieme le grandi sfide globali."

Renato Mosca de Souza, ambasciatore del Brasile in Italia,  ha sottolineato l’importanza della ricorrenza ed ha dchia-rato "Favoriremo così il consolidamento delle relazioni bilaterali tra Italia e Brasile, che sono già ottimali".

Ed il rappresentante del Brasile, ha tenuto a far presente  "Ci lega assieme, infatti da sempre, un importante legame storico, culturale ed economico. Ci unisce un legame di sangue indissolubile" facendo riferimento agli oltre 30 milioni di oriundi italiani e soprattutto di Veneti e Trentini.  Mosca ha Souza ha, quindi, ringraziato la Regione del Veneto per il sostegno, il patrocinio e l’ospitalità" offerta in occasione dell'apertura delle celebrazioni a Palazzo Doria Pamphili, sede dell'Ambasciata Brasiliana a Roma. Giunti dal Veneto i Presidenti della Giunta regionale Luca Zaia ed il Presidente del Consiglio Regionale, Roberto Ciambetti, regione che annovera in Brasile una cospicua comunità di discendenti veneti, insieme ai trentini e molti friulani.

"Il 21 febbraio del 1874 approdavano in Brasile,  a Vitoria (Espírito Santo) 388 coloni italiani a bordo del piroscafo "Sofia"; é la "spedizione Tabacchi", la prima missione organizzata di nuclei familiari italiani in Brasile,  preludio di un'ondata migratoria che porto' in quel grande Paese quasi tre milioni di persone." Lo afferma il Presidente della Associazione Italia/Brasile On. Fabio Porta",  in un post su Facebook, che rileva "Oggi sono oltre trenta milioni i brasiliani di origine italiana; senza dubbio la piú grande comunità di italo-discendenti al mondo.

"Per rendere un dovuto e meritato omaggio a questa epopea e agli storici legami di sangue tra Italia e Brasile,  é stato scelto a seguito di un concorso tra i ragazzi delle scuole italiane in Brasile questo logo  (vedi su FB ITALIANNETWORK) e sotto la sua egida si moltiplicheranno nel corso di quest'anno numerose iniziative di carattere sociale,  culturale ed istituzionale #ItaliainBrasile.

Nei giorni scorsi il presidente del Consiglio regionale del  Veneto, Roberto Ciambetti, in vista delle celebrazioni ufficiali  all'Ambasciata del Brasile a Roma, aveva presentato gli eventi commemorativi della Giornata Nazionale Brasiliana dell’Emigrazione Italiana, riconosciuta dal Governo brasiliano nella  data del 21 febbraio, per ricordare l’inizio della Grande Migrazione che, nel volgere di pochi anni, vide milioni di italiani protagonisti dello sviluppo dello Stato brasiliano: tra gli emigranti, il ruolo dei Veneti fu 'impressionante'.

A RIO DE JANEIRO:

Giunto dall'Italia il Vice Ministro Edmondo Cirielli insieme al Segretario Generale della Farnesina, Amb. Riccardo Guariglia, per prendere parte alle celebrazioni del 150° anniversario del 21 Febbraio, con l'inaugurazione del Polo culturale Italiano a Rio de Janeiro.  Una vetrina per la cultura, l'arte e il design italiano nel cuore di Rio de Janeiro e un ponte per ampliare il dialogo e rendere più solidi i legami tra Italia e Brasile.

"Palazzo Italia  rappresenta un'ulterliore occasione di vicinanza ai tanti connazionali e ai tanti discendenti di italiani in Brasile" rapresentando due elementi inscindibili della nostra identità', come la cultura e l'arte, ha spiegato il Vice Ministro Cirielli in occasione del taglio del nastro. Presenti insieme al Segretario Generale della Farnesina Guariglia, Amb.d'Italia in Brasile  Cortese, ed il Console generale di Rio, Massimiliano Iacchini.

L'esponente del Governo Cirielli ha, poi, fatto presente come, in realtà, la data del Giorno dell'Immigrazione faccia riferimento riferimento allo storico arrivo di oltre 100 italiani giunsero a Vittoria al seguito della principessa napoletana Teresa Cristina di Borbone nel 1840, che avrebbe sposato di li' a poco il sovrano portoghese Pedro II°,  anticipando di 34 anni l'arrivo della nave Sofia nel 1874.

La Rete diplomatico-consolare italiana in Brasile organizzerà nel corso dell'anno, numerosi eventi tematici improntati al modo di vivere degli italiani ed all’importante contributo che la comunità italiana ha dato alla moderna società brasiliana.  A dare il via alle manifestazioni la mostra fotografica “Dell’architettura – l’influenza italiana nella formazione del paesaggio carioca” a cura dell’Istituto Italiano di Cultura di Rio de Janeiro, che resterà aperta fino al 26 aprile.

"Il Polo - sottolinea una nota dell'Ambasciata - nasce dalla sinergia tra il Consolato generale d'Italia a Rio, l'Istituto Italiano di Cultura e l'Istituto Europeo di Design (Ied), ha spiegato l'Ambasciatore Cortese, inaugurando la mostra "Dell'Architettura - presenza italiana nel paesaggio carioca", che offre all'attenzione degli spettatori gli scatti fotografici di Aristides Correa Dutra degli edifici di Rio de Janeiro realizzati dagli architetti italiani. "Sono orgoglioso di essere qua a inaugurare questo spazio proprio  il 21 febbraio, data significativa per i 32 milioni di discendenti di italiani in Brasile", ha sottolineato l'ambasciatore Cortese.

La mostra, composta da 39 fotografie in bianco e nero, mette in luce l’eredità dei maestri dell’architettura italiana di epoche diverse che hanno lavorato nella città di Rio. Le immagini sono del fotografo, professore e artista visivo Aristides Corrêa Dutra, che ha firmato il curatela e i testi della mostra, aperta fino al 26 aprile ( Polo Cultural ItalianoRio – Av. Pres. Antônio Carlos, 40 – Centro, Rio de Janeiro, ad ingresso libero).

"Nel ricordare i 150 anni di presenza italiana in Brasile, l’Istituto Italiano di Cultura di Rio de Janeiro rende omaggio alle testimonianze dell’architettura italiana nella capitale fluminense. Attraverso gli edifici creati dagli architetti italiani si esprime un’idea del bello tutta italiana e un desiderio di costruire una ‘Italia a Rio’, che è anche e soprattutto un grande atto d’amore per la città che li ha accolti. Divenuti genuinamente carioca, gli italiani hanno contribuito a plasmare il paesaggio urbano della ‘Città meravigliosa’, che con la sua baia, il mare, i ‘morros’ e i palazzi fastosi ricordava per tanti versi l’Italia da cui erano partiti" ha spiegato il Direttore dell'Istituto Italiano di Cultura di Rio de Janeiro, Marco Marica.

Aristides Corrêa Dutra - curatore della mostra - è un fotografo, artista visivo, master in Comunicazione presso ECO \ UFRJ e professore all’Universidade Veiga de Almeida. Come fotografo e esperto di architettura, nel corso del 2016, ha tenuto le mostre ‘Conversação’, al Parque das Ruínas, ‘Da Misericórdia à Justiça’, al Museu da Justiça do Estado do Rio de Janeiro, e ‘Logos’, presso la Biblioteca di Manguinhos.(22/02/2024-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07