Direttore responsabile Maria Ferrante − mercoledì 25 maggio 2022 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ECONOMIA ITALIANA - PNRR - BUSSONE (UNCEM-COMUNI MONTANI) : TUTTO DA RIFARE PER I COMUNI MONTANI...LOGICHE URBANOCENTRICHE...PER I BORGHI RISCHIO.....

(2022-01-04)

"Il PNRR non sta funzionando e le delusioni sono forti da parte del sistema dei Sindaci dei Comuni montani e di Uncem. Abbiamo confidato e operato per avere tutt’altre modalità di attuazione, almeno dei primi bandi che sono stati emanati. Quattro dossier Uncem, di proposte e supporto ai Ministeri e alle agenzie private che hanno importanti incarichi per realizzare i bandi e gestirli, parlano chiaro. Palazzo Chigi si è distratto. Avremmo voluto un’azione diversa per spendere 191 milioni di euro. Mentre sta funzionando il piano complementare per il sisma, unica cosa efficace, troppe misure dl PNRR hanno criteri di selezione e attuazione inspiegabili, fuori dalla realtà." Lo afferma il Presidente dell'UNCEM Marco Bussone, che contesta in una nota odierna:

" A partire da quello sulle scuole, in cui viene impedito ai comuni di utilizzare i progetti che erano già stati montati e allestiti grazie al bando del fondo statale progettazione ad esempio, oppure quello sui borghi in cui le regioni devono individuare, non si capisce bene come, 20 borghi dotati di 20 milioni di euro ciascuno e poi altri 229 borghi che avranno solamente 1,6 milioni di euro. Rischiamo, sul piano dei borghi, di buttare via 1 miliardo di euro." avverte l'esponente dell'Unione dei Comuni montani.

"Ci sono una serie di problematiche evidenti non tanto e solo nella mancanza di personale, ed è assurdo assumere persone nella PA a tempo determinato, quanto nella interazione tra piccoli e grandi comuni. Succede ad esempio per il bando sui progetti integrati di sviluppo delle città metropolitane in cui viene chiesto in questi giorni dai capoluogo ai comuni un elenco di opere, quando invece la ratio è tutt’altra.
E le logiche urbanocentriche escludono di fatto i piccoli Comuni. Sulla rigenerazione urbana, il nord viene totalmente penalizzato senza motivo. Su troppe componenti, abbiamo uno switch di risorse tra leggi bilancio e PNRR. Come sulla rigenerazione urbana, sulle opere per i Comuni, sull'alta velocità ferroviaria. Serve un complessivo cambio di passo e crediamo che Palazzo Chigi con il MEF debbano ascoltare i Sindaci dei piccoli Comuni che sanno bene come si lavora sul territorio per generare sviluppo, coesione, riorganizzare servizi, opportunità per le comunità. Sul PNRR è tutto da rifare". conclude il Presidente dell'UNCEM. (04/01/2022-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07