Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 30 giugno 2022 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

PATRONATI ITALIANI NEL MONDO - LAVORO DOMESTICO - ACCORDO MIN.LAVORO MOLDAVO SPATARI /PATRONATO ACLI TUTELA 15.000 CITTADINI MOLDAVI IN ITALIA E MOLDAVIA

(2021-10-19)

  La tutela dei cittadini moldavi attraverso il lancio di un accordo di regolamentazione dei rapporti del lavoro domestico e anche attraverso  il rafforzamento dei servizi che il Patronato Acli, unico a essere presente in Moldavia, offre nella città di Chi?in?u e in Italia, sono stati due dei temi affrontati nel corso dell'incontro  tra una delegazione del Governo della Moldavia e una delegazione del Patronato Acli che si è tenuto ieri 18 ottobre presso la sede nazionale delle Acli a Roma.

La delegazione Moldava, capeggiata da S.E. Marcel Spatari, Ministro del Lavoro e della Protezione Sociale della Repubblica di Moldova,  ha voluto chiedere al Patronato Acli un supporto sulla proposta di istituire un accordo per regolamentare i rapporti di lavoro domestico, che storicamente riguardano una grossa fetta dell’immigrazione moldava in Italia.

Il Presidente del Patronato Acli, Paolo Ricotti,  ha confermato la disponibilità dell’ente a offrire assistenza e collaborazione in vista del protocollo sul lavoro domestico  e ha voluto rimarcare come nel nostro paese ci siano 15.000 moldavi, di cui molti assistiti dal Patronato Acli, per tutte le questioni inerenti i contratti di lavoro su cui c’è anche l’impegno di Acli In Famiglia, l’ente che aiuta i soggetti che assumendo una lavoratrice domestica sono diventati datori di lavoro.
Per il Patronato Acli era presente anche il Direttore Generale, Nicola Preti, che ha sottolineato come l’altro impegno dell’ente è quello in Moldavia, dove rappresenta l’unico patronato italiano e dove quest’anno ha già assistito 2.500 persone, con un +20% rispetto allo scorso anno. 

Nel corso dell’incontro Matteo Bracciali, Vicepresidente della Federazione Acli Internazionali (FAI) ha rilanciato la disponibilità delle Acli a mettere a disposizione le loro sedi sia in Italia che in Moldavia, ai cittadini moldavi, in modo che, oltre a dei centri di assistenza dove si possano esigere i propri diritti (anche a livello di permessi di soggiorno, evitando così di finire nei canali illegali), si creino dei luoghi dove fare comunità. 

La delegazione moldava, per bocca del Ministro Spatari, ha ringraziato le Acli per il lavoro che fanno sul territorio e anche per l’assistenza che storicamente il Patronato Acli ha sempre garantito alla migrazione moldava e ha auspicato l’evolversi di una collaborazione che ha già portato molti frutti. (19/10/2021-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07