Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 6 giugno 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

IMMIGRAZIONE - XIII RAPPORTO CARITAS-MIGRANTES 2008 SULL'IMMIGRAZIONE: "LUNGO LE STRADE DEL FUTURO"

(2008-10-30)

  ? giunto alla XVIII? edizione il ?Dossier statistico sull?immigrazione 2008 Caritas/Migrantes?, realizzato in collaborazione con organizzazioni internazionali, strutture pubbliche e mondo sociale, presentato il 30 ottobre a Roma e, in contemporanea, in tutte le regioni italiane, dalla Caritas Italiana, dalla Fondazione Migrantes e dalla Caritas di Roma. ?Lungo le strade del futuro? ? il motto su cui ? stato incentrato il documento di questo anno, documento che, ancora una volta, risulta essere il pi? ricco di dati e completo riguardo i temi dell?immigrazione.

  L?apertura al futuro parte dalla consapevolezza che, attualmente e ancora di pi? negli anni a venire, i destini di Italia ed Europa saranno inevitabilmente intrecciati a quelli di persone provenienti dai paesi e dalle culture pi? diverse, anche a causa di una crescita demografica interna ai minimi storici. Sono circa 28 milioni gli immigrati residenti in Europa, e circa 3 milioni e 700 mila vivono in Italia (a inizio 2007), destinazione ambita, soprattutto per gli abitanti della Romania, che arrivano a superare le 500 mila unit?, e per quelli di Marocco ed Albania, che si aggirano attorno alle 400 mila unit?. Per tutti, la citt? di Roma ? in vetta alle preferenze: nella Capitale vivono, infatti, circa 300 mila immigrati, e 100 mila nei comuni limitrofi.

  La fotografia scattata dal Dossier, composto di cinquecentododici pagine ed oltre cinquanta capitoli, in cui il fenomeno migratorio viene analizzato a carattere regionale e nazionale, mostra innanzitutto come la crescita sia stata esponenziale nel tempo: nel 1970, quando l?Italia era ancora terra di emigrazione, gli immigrati nel nostro paese erano circa 144 mila; in trenta anni sono cresciuti di venticinque volte. Il picco delle crescita ? stato nel 2007: nell?arco di un solo anno, infatti, gli stranieri giunti in Italia sono stati circa mezzo milione. Questo incremento ? dovuto, soprattutto, all?ingresso della Romania nell?Unione Europea, in seguito al quale circa un milione di rumeni, secondo la Caritas, si sarebbero trasferiti in Italia. La presenza degli stranieri in Italia, quindi, si stima tra i 3,5 e i 4 milioni, a seconda che si calcolino solo gli iscritti all?anagrafe o tutti i regolari.

  Molti dati interessanti emergono dal Dossier: le nuove migrazioni riguardano soprattutto individui che vogliono radicarsi nel nostro paese; ci sono pi? di 450 mila persone nate in Italia, pi? di 600 mila studenti, quasi 800 mila minori; nel 2006 un matrimonio su 10 ha riguardato unioni miste, in crescita soprattutto nel nord Italia; pi? di 150 mila immigrati sono imprenditori, e grande ? la partecipazione delle donne al settore produttivo; anche se con maggiori difficolt? rispetto agli italiani, gli immigrati iniziano ad acquistare immobili in Italia. La ricerca di lavoro rappresenta ancora la prima motivazione per l?arrivo nel nostro paese, ma come ha affermato Franco Pittau, Coordinatore del Dossier, non bisogna ?sottovalutare le implicazioni familiari, culturali, religiose, giuridiche?. Tra i numerosi argomenti affrontati dal Dossier anche quello della sicurezza: quasi un reato su 4 viene commesso da uno straniero, ma la criminalit? ? in mano soprattutto agli irregolari, che ? bisogna sottolinearlo - non sono da considerare tutti disonesti. Ancora una volta, per l? integrazione occorrono politiche di inclusione sociale ed educazione.(30/10/2008-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07