Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 21 ottobre 2021 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DONNE - PARITA' SALARIALE - APPROVATA ALL'UNANIMITA' ALLA CAMERA PROPOSTA DI LEGGE (GRIBAUDO) SULLA RIDUZIONE DISPARITA' SULLA RETRIBUZIONE FEMMINILE...E NON SOLO

(2021-10-13)

  Si va verso la parita' salariale uomo-donna con l'approvazione all'unanimità del testo delle modifiche - 393 voti favorevoli e nessuno contrario-  al Codice sulle pari opportunità per la riduzione del "gender pay gap", le diseguaglianze di genere sulla retribuzione, e favorire l’inserimento femminile nel mercato del lavoro.

Il testo a firma della deputata Pd Chiara Gribaudo, che unificata con tutte le proposte di legge in materia, ha raccolto l’approvazione de partiti di tutto l’arco costituzionale e adesso è atteso all’esame in Senato.

"Un percorso lungo - spiega la parlamentare -  che è iniziato dai banchi dell'opposizione, all’inizio della legislatura, ma con un forte spirito di unità fra tante parlamentari anche di partiti diversi. Lo dedico a tutte noi, a chi ha lottato dentro e fuori il Parlamento. Alle 470mila donne che hanno perso il lavoro durante la pandemia, a coloro che ricevono fino al 20% in meno di stipendio a parità di mansioni e di salario rispetto agli uomini. A chi ha i titoli, la competenza, l'esperienza e la preparazione ma apparentemente non il sesso giusto per essere un dirigente. Infatti in Italia le donne rappresentano il 56% dei laureati ma solo il 28% dei manager.

Questa legge infatti non riguarda solo le retribuzioni: con il voto di oggi alla Camera siamo a un passo dall’istituire anche in Italia un meccanismo di trasparenza e garanzia per milioni di donne lavoratrici, una legge che garantisca i diritti di ciascuna sul luogo di lavoro, dal reclutamento alla retribuzione fino alle opportunità di carriera.

La  legge in pillole:
- Rapporto sulla situazione del personale: obbligatorio per le aziende sopra i 50 dipendenti (e volontario per le altre) con i dati sui salari, il reclutamento, le posizioni e le opportunità di carriera

- Principio di trasparenza: rapporto consultabile da dipendenti, sindacati, consigliere di parità, ispettori del lavoro, Cnel, Ministero

- Sanzioni: da 1000 a 5000 euro per rapporto falso o incompleto, revoca degli sgravi contributivi per chi non lo presenta

- Certificazione di parità: concessa alle aziende che rispettano parametri e adottano specifiche politiche per le pari opportunità in azienda

- Premialità di parità: ssgravi contributivi fino a 50.000 euro e vantaggi nei meccanismi di gara per le aziende che ottengono la certificazione

- Consigliere di parità: ruolo rafforzato con l’accesso diretto ai dati e la presentazione di un rapporto biennale al Parlamento

- Parità nelle società pubbliche: estesa alle partecipate la disciplina già prevista per le imprese private dalla Legge Golfo-Mosca, con due quinti del Cda al genere meno rappresentato.

"Sono cambiati tre governi in questa legislatura, cambiati i ministri, afferma l'on. Chaiara Gribaudo,  ma mai la voglia di arrivare in fondo a questa legge, e sono sicura che anche per le colleghe e i colleghi del Senato questo testo sarà una priorità.
A loro chiedo di fare in fretta, perché in troppe aspettiamo da troppo tempo! Insieme si può "(13/10/2021-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07