Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 26 aprile 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

GIOVANI ITALIANI ALL'ESTERO - ITALIA/FRANCIA - SANFILIPPO (CSER): "LA FRANCIA TERRA D'ESILIO PER GLI ITALIANI MA IL PIU' ALTO NUMERO DI TRANSFRONTALIERI APPARTIENE ALLA FRANCIA".

(2019-04-15)

  A trarre le conclusioni dell'interessante convegno  ‘Migrazioni e circuiti di scambio tra Italia e Francia dal XIX' secolo  ad oggi", promosso a Roma da  l’Ecole Francaise di Roma insieme all'Ambasciata di Francia e il Centro Saint Louis de France, la Fondazione Centro Studi Emigrazione, gli Atenei La Sapienza (prima Universita’ di Roma), e quella di Aix Marseille. (vedi: ****) è stato Matteo Sanfilippo, del Centro Studi Emigrazione Roma/ Universita’ della Tuscia, che ha sottolineato come la Francia sia stata da sempre per molti italiani una terra di esilio.

“Dai giacobini passando per gli esiliati del Risorgimento e per gli antifascisti sino ad arrivare ai brigatisti, c'é questa idea. Al di la’ di questo, io vedo pero' l'emigrazione come un polmone che si restringe e si allarga e ogni paese in fondo e’ terra di immigrazione e di emigrazione.
Nel secolo scorso tanti italiani sono partiti per la Francia ma ancora prima tantissimi erano i francesi che vivevano a Roma: basti pensare che in questa citta’ vi erano un tempo ben quattro chiese francesi che oggi non esistono piu’” ha esordito Sanfilippo soffermandosi anche sul tema dei transfrontalieri.

“Ci sono dati interessanti al riguardo che indicano come la Francia sia il paese con il piu’ alto numero di transfrontalieri: lavoratori che vanno in Svizzera, in Germania, in Spagna. E anche se la Francia si considera un paese di immigrazione e’ vero anche il contrario: oggi i giovani francesi hanno la stessa tendenza ad emigrare di quelli italiani, in modo particolare in Gran Bretagna, alla ricerca di stipendi migliori. E se si fa un passo indietro nel tempo l'impresa coloniale francese, a suo modo, puo’ essere interpretata come un'enorme migrazione che ha poi portato a sua volta a tanta emigrazione dal Nord Africa” ha affermato Sanfilippo sottolineando come secondo alcune ricerche svolte negli Stati Uniti, gli emigrati di oggi tendano piu’ a stare con le persone che fanno il loro stesso lavoro che con persone che provengano dal loro stesso paese.

“E’ piu’ importante l’identita’ professionale che non quella nazionale” ha precisato Sanfilippo osservando come l'emigrazione sia qualcosa che va al di la' delle cifre.“E’ un fenomeno impalpabile, sfuggente, complesso da analizzare e i cui numeri sono difficili da definire” ha concluso Sanfilippo. (15/04/2019-L.G.-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07