Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 16 luglio 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

GIOVANI ITALIANI ALL'ESTERO - CONVEGNO A ROMA MIGRAZIONI TRA ITALIA E FRANCIA" - BALLATORE (CNRS): E' MOBILITA' FAVORITA DALLE FAMIGLIE ANCHE SE PREPARA AD ALTRI TIPI DI EMIGRAZIONE "

(2019-04-15)

  Alla fine del mese di Marzo si è svolto a Roma un interessante convegno  ‘Migrazioni e circuiti di scambio tra Italia e Francia dal XIX' secolo  ad oggi, promosso a Roma da  l’Ecole Francaise di Roma insieme all'Ambasciata di Francia e il Centro Saint Louis de France, la Fondazione Centro Studi Emigrazione, gli Atenei La Sapienza (prima Universita’ di Roma), e quella di Aix Marseille. (vedi: ****)

Tra i relatori presenti Magali Ballatore, Lames - Aix Marseille Universite’, CNRS, che ha fornito alcuni dati interessanti.
"Secondo il censimento del 2005, sono 338.000 gli italiani che vivono in Francia, mentre i naturalizzati sono circa 500.000. Sulla base dei registri dei consolati francesi aggiornati al 2017, i francesi che vivono in Italia sono invece 43.877” ha affermato Ballatore.

Quanto agli studenti stranieri che seguono corsi universitari in Francia, il loro numero e’ aumentato negli ultimi anni passando da 243.436 nel 2008 a 271.339 nel 2012.

Nello stesso arco di tempo, il numero di studenti stranieri in Italia e’ salito da 60.448 a 77.732.

Gli studenti stranieri in Francia arrivano soprattutto dal Marocco (attualmente sono 36.768 e il loro numero e’ aumentato del 14,8% negli ultimi 5 anni), dalla Cina ( 28.043, -3,7%), dall’Algeria (22.660, -0,7), dalla Tunisia (12.077, -11,5%) e dall’Italia: sono 11.188 e il loro numero e’ cresciuto del 50,9% nell’arco di 5 anni.

Per quel che concerne gli universitari stranieri in Italia, nel 2005/2006, arrivavano principalmente dall’Albania ( 10.254), dalla Grecia ( 3.264), dalla Romania (1.800), dalla Germania ( 1.354) e dal Camerun (1.286). Da segnalare che nella lista dei primi dieci paesi per numero di studenti non compare la Francia.

Sensibili cambiamenti nel 2016/2017: gli universitari stranieri in Italia arrivano dall’Albania ( 9.804), dalla Romania ( 8.477), dalla Cina (7.318), dall’Iran (3.233) e dall’Ucraina ( 2.535). L’incidenza totale degli stranieri e’ del 4,4%.

“La maggior parte degli studenti stranieri rientra in una mobilita’ di tipo spontaneo: questo significa che gli studi sono pagati soprattutto dalle famiglie e che la risorsa principale per un’istruzione internazionale e’ privata. Numericamente meno rilevante e piu’ breve temporalmente, e’ invece la mobilita’ studentesca ‘organizzata’ o ‘istituzionalizzata’ che include sia scambi universitari che percorsi formativi e professionali” ha affermato Ballatore precisando che solo il 5% degli studenti aderisce al programma l’Erasmus.

Gli studenti francesi seguono corsi soprattutto in Gran Bretagna, Spagna e Germania. L’Italia e’ la quarta destinazione in questa lista e nel nostro paese sono arrivati 4.837 studenti francesi tra il 2008 e il 2016. Arrivano per lo piu’ dall’Universita' della Lorraine, dal Kedge Business School e dall’Università di Strasburgo.

Per quanto riguarda gli universitari italiani arrivano soprattutto dall’Alma Mater Studiorum- Universita’ di Bologna, dalla Sapienza Universita’ di Roma e dall’Università di Padova e vanno soprattuto in Spagna, Francia e in Germania.

“Secondo alcune ricerche sull’analisi lessicale, e’ emerso che gli studenti italiani utilizzano molto spesso la locuzione ‘noi italiani’. L’associazione di queste due parole (‘noi francesi’) da parte degli studenti francesi, contrariamente a quello che si potrebbe pensare, e’ invece meno frequente” ha aggiunto Ballatore.

Nel concludere il suo intervento Ballatore ha sottolineato come la mobilita’ studentesca istituzionalizzata dall’Italia verso la Francia non sia una forma di 'turismo approfondito’, abbia molto in comune con altre forme di mobilita’ spontanee e spesso prepari la strada ad altre forme di mobilita’.(15/04/2019-L.G.-ITL/ITNET - Copyright )

-------------------------------------------------------------------------------
sullo stesso argomento,  fra gli altri    ****

GIOVANI ITALIANI ALL'ESTERO - GIULIANI (PORTAVOCE FAIM): "ESISTE ANCHE UN'EMIGRAZIONE PROLETARIA. SE NE VANNO CON IL "FAI DA TE QUANDO E' COMPITO DELLO STATO"
http://www.italiannetwork.it/news.aspx?ln=it&id=57487

ITALIANI ALL'ESTERO - FRANCIA /ITALIA - PROF.PUGLIESE (LA SAPIENZA): L'ATTUALE EMIGRAZIONE ITALIANA : UNA "NEBULOSA DOVE C'E' DI TUTTO"
http://www.italiannetwork.it/news.aspx?ln=it&id=57328

ITALIANI ALL'ESTERO - FRANCIA/ITALIA - CONVEGNO MIGRAZIONI. PROF.SALMERI (LA SAPIENZA): ANNI '90 PARTONO GIOVANI CETO MEDIO. METE: LONDRA (29%), LIONE E MARSIGLIA (10%), GERMANIA (16%) ARCHITETTI E DESIGNER A BARCELLONA
http://www.italiannetwork.it/news.aspx?ln=it&id=57347

ITALIANI ALL'ESTERO - FRANCIA/ITALIA - CONVEGNO A ROMA MIGRAZIONI TRA ITALIA E FRANCIA" CONS. MUSITELLI (AMB.FRANCE): "FASE DELICATA RELAZIONI FRA I DUE PAESI.... RICONSOLIDARE.."
http://www.italiannetwork.it/news.aspx?ln=it&id=57326

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07