Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 10 dicembre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

IMMIGRAZIONE - EUROPA - DA CONSIGLIO MINISTRI INTERNI RAFFORZAMENTO MANDATO EUROPEAN BORDER AND COAST GUARD - RAFFORZAMENTO FRONTEX ANCHE IN MATERIA DI RIMPATRI

(2018-10-12)

  I ministri degli affari interni dell'Unione Europa hanno discusso una proposta della Commissione sull'Agenzia europea delle guardie costiere e di frontiera (EBCG) (http://ec.europa.eu/transparency/regdoc/rep/1/2018/IT/COM-2018-632-F1-IT-MAIN-PART-1.PDF) ed hanno espresso il desiderio generale di rafforzare il mandato dell'EBCG ( European Border and Coast Guard ) , in particolare sui rimpatri e la cooperazione con i paesi terzi.

I ministri hanno anche condiviso le loro opinioni sulla dimensione, composizione, compiti e poteri del corpo permanente dell'EBCG, nonché sui tempi necessari per definire  pienamente il corpodella Guardia Costiera .

Sulla base di questa discussione, il lavoro continuerà a livello tecnico

"Durante la riunione dei leader dell'UE a Salisburgo - ha fatto presente Herbert Kickl, ministro dell'Interno austriaco - è stato raggiunto un accordo generale sul fatto che il ruolo di sostegno di Frontex, anche in materia di rimpatrio e cooperazione con i paesi terzi, debba essere ulteriormente rafforzato. Oggi abbiamo compiuto buoni progressi nel nostro modo di arrivarci discutendo una serie di aspetti pratici, in particolare il mandato futuro di Frontex, la responsabilità degli Stati membri e le risorse dell'agenzia."

I ministri hanno, inoltre, discusso una proposta della Commissione che riforma la direttiva sul rimpatrio. Si sono concentrati, in particolare, su uno dei nuovi elementi introdotti dalla proposta: la procedura di frontiera per i rimpatri, compresi i suoi collegamenti con la procedura per l'asilo di frontiera.

Sulla base dell'orientamento politico fornito dai ministri, i lavori proseguiranno a livello tecnico.

I ministri hanno tenuto un dibattito sulle proposte settoriali della Commissione per il settore degli affari interni nel contesto del quadro finanziario pluriennale. Hanno discusso la questione dell'attuazione degli aspetti esterni della migrazione in queste tre proposte, ossia se la struttura tematica debba riservare una parte della sua dotazione finanziaria per affrontare la dimensione esterna della migrazione e come garantire coerenza e complementarità tra le diverse possibilità di Finanziamenti UE sulla migrazione.

La maggior parte degli Stati membri ha concordato l'inclusione di componenti dedicati al fine di affrontare la dimensione esterna della migrazione nella struttura tematica di ciascun fondo per gli affari interni. Hanno inoltre convenuto che un migliore coordinamento sarà fondamentale per raggiungere gli obiettivi dei diversi fondi e strumenti. Il lavoro su queste linee continuerà a livello tecnico.(12/10/2018-ITL/TNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07