Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 18 ottobre 2019
o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

Archivio trasmissioni / Cultura

CULTURA ITALIANA NEL MONDO - PRESIDENTE REP.MATTARELLA IN VISITA AALLA MOSTRA "LEONARDO A VINCI. ALLE ORIGINI DEL GENIO"

  Video Quirinale : Il Presidente Mattarella visita la Mostra “Leonardo a Vinci. Alle origini del Genio” e la casa natale di Leonardo da Vinci

"Un’occasione importante e, nel salutare tutti, parlamentari e autorità presenti, vorrei ricordare che in questo 2019 celebriamo davvero un genio universale e - dopo la Mostra che le Scuderie del Quirinale, a Roma, hanno dedicato a Leonardo, con il titolo significativo “la scienza prima della scienza”- è giusto prendere le mosse di questo intenso anno leonardiano da qui, dal luogo che gli ha dato i natali.

A testimonianza della universalità della sua figura, il prossimo 2 maggio ad Amboise, renderò omaggio alla sua tomba insieme al Presidente della Repubblica francese, in un Paese che, al protagonista di Vinci, dedicherà, anch'esso, importanti celebrazioni.

Così come altre manifestazioni si terranno in Gran Bretagna, in Olanda, in Polonia, in Norvegia, per citarne alcune.

È emblematico, del resto, come ha ricordato il Presidente Rossi, che sia il suo nome a caratterizzare uno dei più significativi programmi che la Unione Europea dedica a esperienze di formazione da svolgersi all'estero per giovani che, esauriti gli studi scolastici, si apprestano a misurarsi con il mondo del lavoro.
Sono tanti i profili di Leonardo che ci parlano dalle sue opere e da quel “giacimento” di quaderni, annotazioni e disegni, come lei lo ha definito, Professore.

Opere, studi, progetti, riflessioni, intuizioni, tutti segni di un impegno, inesausto, di ricerca, in tanti campi diversi e che, contemporaneamente, si riassumono nella persona di un intellettuale-artista-scienziato rinascimentale che interpreta in modo mirabile – e già per quei tempi inconsueto - il rapporto tra umanesimo e scienze.

Ben prima che i “chierici” del '900 si interrogassero su come superare lo iato – in realtà soltanto apparente - tra le “due culture”.

Come ha detto il Professor Galluzzi, Leonardo non è una figura “senza tempo e senza luogo”. Era figlio del suo tempo. Ed è proprio questo che manifesta appieno la sua straordinaria capacità di ricercare, intuire, “vedere” oltre i limiti della conoscenza di quel tempo.

Appunto perché figlio di quel tempo - in cui la cultura non riconosceva frontiere e accomunava, nello scambio di esperienze, tutta l’Europa, malgrado i suoi contrasti e le sue guerre interne - qualsiasi ingenuo tentativo di leggere la sua opera entro confini, organizzati nei secoli successivi, tra le scienze o tra i territori e tra i popoli, apparirebbe fallace, e, soprattutto, riduttivo dell'enorme contributo che Leonardo ha recato al progresso dell'umanità....(15/04/2019-ITL/ITNET)

(Data di inserimento online 2019-04-15 00:04)

Archivio | Requisiti tecnici | Download WindowsMediaPlayer Preleva l'ultimo Windows Media Player

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07