Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 24 maggio 2019
o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

Archivio trasmissioni / Italiani all'estero

ITALIANI ALL'ESTERO- BREXIT - MALPASSI (PRES.PATRONATO INCA UK/ ITACA): "SITUAZIONE DIRITTI INSOSTENIBILE."PREMIER CONTE CHIARISCA IMPEGNO GOVERNO SU NO DEAL A TUTELA CITTADINI ITALIANI"

  ITALIANNETWORK/Italialavorotv  prosegue l'analisi della situazione degli italiani nel Regno Unito con Andrea Malpassi, Presidente Patronato INCA UK e Presidente dell'Associazione transnazionale per le comunità italiane all'estero -  ITACA  -per quanto attiene ai loro diritti allorchè la  Brexit divenga fatto compiuto.

In realtà, rispetto all'ultimo incontro  (http://www.italiannetwork.it/video.aspx?ln=it&id=2650) chiuso con l'auspicio che il Regno Unito chiarisse defiitivamente la posizione dei cittadini comunitari sul territorio britannico per il prossimo futuro, non a è migliorata. Anzi, se possibile, sembra essere ancor più complessa per gli oltre 700.000 italiani in UK.

"Le ultime vicende sulla vicenda Brexit - afferma Malpassi - ci consegnano un quadro decisamente caotico a seguito del respingimento della proposta di Deal, presentata dalla Premier MAY, e non solo dall'opposizione ma anche  della maggioranza del Partito Conservatore, oltre che da DUP.
E ciò nonostante all'interno del partito conservatore ci siano due istanze: quella di coloro che propugnano una hard Brexit - cioè coloro che vogliono un'uscita dura, senza accordo, e dall'altra la volontà di non uscire dall'Unione Europa.
Di qui il caos, una vera e propria confusione all'interno dello stesso Governo, che naturalmente colpisce moltissimo! dichiara Malpassi,puntualizzando :  "Dobbiamo essere onesti, la situazione rischia di svilupparsi su una sorta di piano inclinato.

Theresa May ha ottenuto si' la fiducia per andare avanti come Premier britannico e sta cercando di incontrare tutti per riproporre di fatto lo stesso piano, ma non è però chiaro se dall'Europa le arriveranno i soccorsi con la possibilità di cambiare la proposta. Questo è il suo tentativo. e lo fa cercando di riproporla come gruppo parlamentare per ottenere una maggioranza da qui fino alla fine del mese. Le trattative ed i dialoghi, però, come leggiamo, ci consegnano sempre più una situazione di caos !"....

Che questo sia un tema estremamente serio per i nostri connazionali in quanto comunitari e, dunque, per tutti i tre milioni residenti nel Regno Unito, glielo dice il fatto che il  capo dei falchi, ovvero di quelli che vogliono andarsene sbattendo la porta senza nessun accordo e  che si sta pure candidando alla guida dei Tories,  Boris Johnson , ha dichiarato che 'sarebbe serio da parte del Regno Unito promulgare comunque una legge che chiarisca  ai cittadini comunitari cosa succedera' .

.....
Il governo attuale, comunque, non ha predisposto nulla rispetto a questa ipotesi. Leggiamo che altri Governi, come quello francese, tedesco...hanno cominciato a mettere in campo iniziative concrete. Anche cominciando ad investire soldi in questa evenienza  per cercare di tutelare i cittadini all'estero e ragionare sui cittadini britannici che sono nel proprio territorio.  Penso che questa condizione sia inevitabile  ed il Governo debba affrontarla e dovrebbe esercitare all'interno dell'Unione Europea un ruolo importante perchè si giunga ad una situazione chiaramente la migliore possibile"... prosegue (vedi: http://www.italiannetwork.it/news.aspx?ln=it&id=56507) (19/01/2019-M.F.-ITL/ITNET)

(Data di inserimento online 2019-01-19 00:01)

Archivio | Requisiti tecnici | Download WindowsMediaPlayer Preleva l'ultimo Windows Media Player

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07