Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 23 settembre 2017
o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

Archivio trasmissioni / Immigrazione

IMMIGRAZIONE - RETE SINDACATI MEDITERRANEO - BASSOLI (RETE/CGIL):" 20 GIUGNO GIORNATA DI MOBILITAZIONE "RETE MEDITERRANEO". SI A CORRIDOI UMANITARI E ACCORDI CON GOVERNI A TUTELA DIRITTI"

  L'incremento dei flussi migratori, la fuga dai territori in guerra e dalle situazioni di grave pericolo che minacciano la salvezza di milioni di individui, le difficoltà dell'accoglienza sulla riva nord del Mediterraneo ed il ripetersi quotidiano di  tragedie hanno spinto in questi ultimi due anni i sindacati della sponda nord e della sponda sud del mediterraneo, coinvolgendo anche i sindacati dell'Africa sub sahariana, a dare vita ad una rete della quale fanno parte 24 sindacati di  15 Paesi.  Un coordinamento che tocca e coinvolge tre diverse regioni e che  per certi aspetti scavalca la tradizionale e riconosciuta organizzazione dei sindacati per regioni. " 

A parlarne ad Italialavorotv/Italiannetwork è Sergio Bassoli (Immigrazione CGIL) esponente della "Rete sindacale" del Mediterraneo. Network  che intende sollecitare l'attenzione degli Stati nei confronti della condizione umana dei profughi, cercando di arginare l'idea lanciata dal Consiglio UE di un piano di azione militare per combattere i trafficanti di esseri umani, evitando al contempo l'enfatizzazione delle decisioni del Consiglio sull'operazione Triton II per guardare al futuro del resettlement (presa in carico) dei profughi niente affatto sicuro e del loro ricollocamento dall'Italia, Malta e la Grecia in altri Paesi UE.....

"Ovviamente - fa presente Bassoli - le tragedie dei respingimenti, poi le barche che si capovolgono e i morti nel mar mediterraneo  sono diventate nell'ultimo periodo una emergenza assoluta...richiesta al governo italiano ed alla unione europea, per prima cosa di giustizia. Poi c'è il problema delle famiglie che non hanno più notizie dei loro figli, dei mariti, dei nipoti.....l' accoglienza. Le informazioni che hanno sia i sindacati arabi che quelli africani sono proprio quelle delle violazioni dei diritti umani che subiscono i migranti una volta  toccate  le nostre coste, e il fatto di essere rinchiusi in questi centri di transito che poi si trasformano e diventano immediatamente dei lager.

....abbiamo deciso di lanciare assieme alle reti dei migranti italiani e di altri sindacati una giornata di mobilitazione per il 20 Giugno, giornata mondiale del rifugiato, dedicata dalle Nazioni Unite ai diritti dei richiedenti asilo e rifugiati...

Quanto alla posizione della "rete dei sindacati sulle decisioni che si stanno assumendo in Europa .. ?

"Se pensiamo alla metafora del bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto....  Riteniamo, invece, prosegue Bassoli, che sia importante lavorare sui corridoi umanitari lungo tutto il percorso e non solamente nell'ultimo miglio. Corridoi umanitari con l'agenzia delle nazioni unite per i rifugiati (UNCR), con le associazioni che si occupano di interventi umanitari, ma anche accordi con i governi affinchè vengano tutelati i diritti di queste persone. Inoltre chiediamo che  tutti i passaggi di frontiera, come anche le richieste di asilo, di status di rifugiato,  siano  accessibili in qualsiasi punto la persona si senta in pericolo. Infine, si vada oltre l'accordo di Dublino sul collocamento nel primo punto di appordo al territorio europeo. Va assolutamente superato".....i  (26/05/2015-ITL/ITNET)

(Data di inserimento online 2015-05-26 00:05)

Archivio | Requisiti tecnici | Download WindowsMediaPlayer Preleva l'ultimo Windows Media Player

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07