Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 21 settembre 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

DIRITTI DEI CITTADINI - EUTANASIA - IMPEGNO LANDINI (CGIL) A SOSTEGNO BATTAGLIA ASSOCIAZIONE COSCIONI

(2019-07-19)

Anche il Segretario Generale della CGIL Maurizio Landini chiede un’immediata legiferazione da parte del Parlamento sul tema dell’eutanasia, entro i tempi indicati dalla Consulta. E ha manifestato il massimo sostegno alla causa attraverso una lettera inviata ai leader di Associazione Luca Coscioni Filomena Gallo e Marco Cappato, rispettivamente Segretario e Tesoriere dell'associazione delle libertà civili.

La lettera di Landini : "Vi confermiamo il pieno l’impegno della nostra Confederazione a sostegno delle battaglie per la libertà delle persone. Dal principio di laicità - uno dei principi fondamentali che delineano il tratto costitutivo, identitario e militante della nostra Organizzazione - discende il riconoscimento dell’autodeterminazione della persona in tutte le forme e in tutte le fasi della vita. Riteniamo insieme a voi che l’ordinanza 207/18 della Corte Costituzionale costituisca un’occasione fondamentale per far sì che il nostro Parlamento legiferi su una materia tanto importante per la vita delle persone, come già avvenuto nella fase finale della precedente legislatura con la legge sul biotestamento, superando l’impostazione del Codice Rocco condizionata dall’ideologia fascista che lo espresse.

Intanto l’intero Consiglio Generale Associazione Luca Coscioni si rivolgerà ai singoli parlamentari per chiedere la convocazione straordinaria del Parlamento, almeno per creare una occasione di confronto e di dibattito sulle questioni sollevate dalla Consulta.

Filomena Gallo e Marco Cappato: “Di fronte alla paralisi imposta dai vertici di Movimento Cinque Stelle, Partito democratico e Lega chiediamo una convocazione straordinaria del Parlamento. Da questo punto di vista, siamo d'accordo con la Conferenza Episcopale Italiana e con quelle associazioni e Parlamentari che si sono espressi a favore di questa ipotesi. Nel merito, siamo ovviamente contrari alla loro proposta di mera revisione dell'entità delle pene, che avrebbe il solo scopo di proseguire la criminalizzazione dei malati e della loro libertà di scelta. " conclude Landini. (19/07/2019-ITL/ITNET)


Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07