Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 17 gennaio 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

PATRONATI ITALIANI NEL MONDO - LAURIOLA( CONFSAL UNSA ESTERI): " FERREA OPPOSIZIONE AI PATRONATI. NOI FAUTORI DELLA TUTELA DEI SERVIZI CONSOLARI"

(2015-07-13)

“Patronati al posto dei consolati ?  Fare sindacato significa, inevitabilmente, anche mettere il dito nella piaga. È stata la Confsal Unsa Esteri ad attirare per prima l’attenzione sulla pericolosa tendenza a dirottare le risorse dello Stato, sottratte ai servizi consolari, su enti privati, seppur di utilita'  pubblica.

L’argomento è stato poi approfondito dalla stampa d’emigrazione (vedasi Corriere d’Italia di Francoforte edizione di luglio) e poi, recentemente, dalla Stampa nazionale (vedasi l’ultimo numero di “Panorama”).
Tutti concordano sul fatto che attorno ai patronati ruotano interessi di natura politica e finanziaria.
L’unico ed esclusivo interesse della Confsal Unsa Esteri è, invece, la tutela dei servizi consolari a favore dei lavoratori italiani all’estero e la difesa dei posti di lavoro di tutti i  dipendenti MAECI sulla Rete diplomatico-consolare.

Continuiamo a ripetere che il cittadino italiano all’estero ha diritto ai servizi che lo stato, solo lo stato, inderogabilmente lo stato, è chiamato a rendergli!
E i fatti ci danno ragione. Dal nostro appello è scaturita una discussione generale sull’operato dei Patronati e sugli interessi politici che vi girano intorno. Interessi politici che dovrebbero assolutamente evitare che il denaro dello Stato sia sottratto da una tasca (quella della Farnesina) per essere dirottato verso un’altra tasca (quella degli Enti privati).
In quanto sindacato ci opponiamo ad ogni dirottamento di risorse che metta a rischio posti di lavoro!

Se poi, nel frattempo, abbiamo innescato una discussione che attira l’attenzione sul ruolo, sulla legittimità, sulla connessione tra Politica e Patronati, non possiamo fare altro che compiacercene. Al nostro allarme  - prosegue Lauriola facendo riferimento ad un appello di altro genere (vedi: http://www.italiannetwork.it/news.aspx?ln=it&id=31960)  si aggiunge quello di alcune forze d’emigrazione, le quali denunciano che:
"alcuni individui, per conto di piccole organizzazioni stanno girando per gli uffici più produttivi e rappresentativi di questo o quel patronato offrendo cifre sostanziose per acquistare "chiavi in mano", sedi, personale e pratiche!".

Signori, conclude la nota della Confsal Unsa Esteri - i se pensate di aver aperto il mercato dei servizi consolari, farete i conti con la nostra legittima, ferrea e sacrosanta opposizione.  Infatti, l'incapacita' mostrata dai patronati di riformarsi per recepire le nuove realta' presenti all'estero nonche' le richieste provenienti dai nuovi flussi emigratori, non perdendo tuttavia di vista la propria missione originaria di parte, ha aperto tali e siffatte lacune nella loro gestione e finanziamento, che non possono ora andare a detrimento dei servizi istituzionali e del rapporto di lavoro dei dipendenti della Farnesina !"(13/07/2015-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07