Direttore responsabile Maria Ferrante − gioved√¨ 1 ottobre 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI ALL'ESTERO - ASSEMBLEA CGIE - ON.CENTEMERO(PDL):"SEMINARIO RAPPRESENTANZA FONDAMENTALE PER MIGLIORE FORMA. LINGUA E CULTURA: NETWORKING COMITATO/COMMISSIONI PARLAMENTARI/ MIUR E CGIE"

(2013-06-28)

  Impegno a tutto campo a collaborare sulle politiche per gli italiani all'estero da parte dell'on. Elena Centemero, eletta per la seconda volta in Parlamento nelle fila del PdL. E' quanto affermato dalla parlamentare nel corso dell'Assemblea Plenaria del Consiglio Generale degli Italiani all'Estero.
Ma due, in particolare, gli aspetti sui quali si spender? l'esponente del PDL, membro della Commisisone Affari Costituzionali e della Commissione Cultura della Camera dei Deputati, che ha preso atto della "grande preoccupazione e desiderio di contribuire in questa fase di riforme costituzionali sulla rappresentanza italiana all?estero, espressa dalla relazione del Segretario Generale del CGIE". Ed, al contempo di "dare sostegno all'insegnamento della lingua e cultura italiana all'estero". Un tema, quest'ultimo molto a cuore alla deputata "in quanto ho vissuto negli USA e ringrazio la  comunit? degli italiani in America che mi ha accolto e ha permesso di integrarmi".

Centemero ha affermato di condividere pienamente l'intervento della Sen. Giannini (SCpM) di "ripensare alle modalita? dell'insegnamento della lingua e cultura italiana su fondi che sono stati rimpinguati ma che devono essere spesi bene per un risultato efficace e efficiente e per far si che diventino davvero un punto del sistema di promozione dell'Italia nel mondo"  E' evidente - ha proseguito la parlamentare - che pensare  a come insegnare la lingua italiana all?estero e chi sono i nostri veicoli di insegnamento ? veramente importante"

Ed ancora "Io ho provato ad insegnare l?italiano all?estero non attraverso il MAE ed ? stato molto complesso cos? come ? complesso poter insegnare l?italiano da parte degli italiani che vivono all?estero all?interno delle scuole italiane." Dunque, "Un tema di grande rilevanza ed importanza soprattutto se lo colleghiamo al tema della mobilit? dei giovani", ha sottolineato Centemero.

Di qui le proposte della deputata sui due punti:
- le riforme istituzionali: "credo che il seminario sulla rappresentanza italiana all?estero sia fondamentale che venga preso in considerazione da chi operer? concretamente sulle riforme istituzionali, a partire dal Governo, dal Ministro Quagliarello e dalla Commissione Affari Costituzionali,  per comprendere bene da parte di chi rappresenta gli italiani all?estero in Parlamento e  nel CGIE e nei Comites quale possa essere la forma migliore per far s? che questa  rappresentanza rimanga in vita e venga garantita e tutelata".

Per quanto riguarda la lingua e la cultura italiana: " non dobbiamo ripartire da capo! Nella precedente legislatura ero membro comitato italiani all?estero e con la Commissione Esteri e la Commissione Cultura alla Camera abbiamo iniziato un' indagine conoscitiva sull?insegnamento della lingua e cultura italiana all?estero e gli Istituti di Cultura italiani all?estero ? che sono ancora rigorosamente separati e  c?? ancora a volte  una difformit? e disomogeneit? con il nostro sistema "italiani all?estero". Ebbene, credo che sia opportuno non iniziare da capo ma a partire da quella indagine arrivare a delle conclusioni per poter definire un percorso di riforma legislativo, perche?  ? un po? datato.
Dunque, per l'on. Centemero c'? necessit? di una "riforma nell?ottica della salvaguardia e di una certificazione europea, come veniva affermato in precedenza".

Ed ha aggiunto "Dall?altra parte dobbiamo mantenere saldi e rafforzare  i rapporti con il Ministero dell?Istruzione, della Ricerca e dell?Universit? perch? nella Commissione VII nella scorsa legislatura, quando abbiamo affrontato il tema della  formazione degli insegnanti abbiamo posto come condizione ? non recepita ? che i nuovi insegnanti possano compiere anche un periodo all?estero nelle sedi piu? importanti per far emergere quali sono i nostri punti di eccellenza".

In buona sostanza per la parlamentare del PdL "Ci? significa investire sulla qualita? piu? che sullaquantita? , e credo che  su questo punto ci sia una necessit?. Come credo che ci sia bisogno di una interazione fra i diversi rami del Parlamento ed un' interazione fra i diversi ministeri"
Ma ha anche fatto presente "Penso che nel sistema della lingua italiana e della promozione della lingua italiana e degli italiani all?estero  ci sia bisogno di una grande interrelazione e quindi noi siamo disponibili, sia come Commissione Affari Costituzionali che come Commissione Cultura,i su questi aspetti."(28/06/2013-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07