Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 24 ottobre 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI ALL'ESTERO - BRASILE - SOTTOSEGR. MERLO(ESTERI): "CASA D'ITALIA NON SI VENDERA'. QUANDO COMUNITA' SI MUOVE VERSO UNICA DIREZIONE SI POSSONO VINCERE BATTAGLIE IMPORTANTI"

(2020-10-13)

Ora è ufficiale: la Casa d’Italia di Juiz de Fora non si venderà. Ad annunciarlo è il Sottosegretario agli Esteri Sen. Ricardo Merlo su Twitter: “Confermo ufficialmente: siamo appena riusciti a sospendere la vendita della Casa d’Italia di Juiz de Fora. Un’Associazione che deve rimanere per la nostra collettività italiana in Brasile”.  E successivamente con una nota, in cui afferma:

“E’ sicuramente un’ottima notizia per tantissimi italiani in terra brasiliana” afferma il Sottosegretario, che ha dunque raccolto l’appello che arrivava dal territorio, da parte dei rappresentanti istituzionali della comunità italiana, Comites e CGIE, e dei tanti connazionali che giustamente guardano alla Casa d’Italia come la casa di tutti loro.

Ancora una volta si dimostra quanto sia importante avere nella stanza dei bottoni un rappresentante degli italiani nel mondo.

Nonostante il Sottosegretario Merlo, come noto, sia ancora in quarantena dopo essere risultato positivo al Covid19, continua a lavorare da casa.

“Quando la comunità italiana è coesa e determinata, quando si muove verso un’unica direzione, si può arrivare anche a questi risultati, a vincere battaglie importanti”, sottolinea il Senatore.

“Ora – aggiunge avviandosi alla conclusione – è necessario pensare a disegnare, tutti insieme, un futuro migliore per la Casa d’Italia di Juiz de Fora; bisogna fin da subito iniziare a lavorare uniti, per ridare forza, con rinnovato entusiasmo, a quello che per le nostre comunità è un simbolo di appartenenza e memoria storica”. (13/10/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07