Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 14 luglio 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ECONOMIA ITALIANA - TURISMO/EMILIA ROMAGNA - DIGITAL CONFERENCE UFF.ITAL.EUROPARL/ COMMISSIONE /REGIONE EMILIA ROMAGNA SU OPPORTUNITA' DI RILANCIO - 10% PIL EUROPEO

(2020-06-29)

  Il turismo è uno dei settori più colpiti dagli effetti della pandemia COVID 19. Un comparto economico vale oltre il 10% del PIL e dell’occupazione nell’UE e ha importanti ricadute su settori chiave, quali trasporti, commercio, agroalimentare, industrie culturali e creative, moda,  edilizia o cantieristica navale. Se non riparte il turismo, molto difficilmente  l’economia europea potrà riprendersi.

Il 13 maggio la Commissione europea ha presentato il pacchetto Turismo che mira ad aiutare la ripresa del settore turistico dell'UE dalla pandemia sostenendo le imprese e garantendo che l'Europa continui a essere la prima destinazione dei visitatori.
Il pacchetto della Commissione per il turismo e i trasporti comprende: - una strategia complessiva volta alla ripresa nel 2020 e oltre; - un approccio comune per il ripristino della libera circolazione e l'eliminazione delle restrizioni alle frontiere interne dell'UE in modo graduale e coordinato; - un quadro a sostegno del graduale ripristino dei trasporti, che garantisca nel contempo la sicurezza dei passeggeri e del personale; - una raccomandazione che punta a far sì che i buoni di viaggio siano per i consumatori un'alternativa attraente al rimborso in denaro; -  criteri per la ripresa graduale e in sicurezza delle attività turistiche e per lo sviluppo di protocolli sanitari per le strutture ricettive quali ad esempio gli alberghi.
Per questo, è fondamentale che la risposta europea sia adeguata alla crisi in atto.

In seguito alla presentazione del pacchetto proposto dalla Commissione europea i parlamentari europei in Commissione per i trasporti e il turismo hanno sottolineato come misure urgenti la necessità di restituire fiducia nei viaggi attraverso ulteriori misure concrete, evitare le  conseguenze occupazionali e di tenuta delle imprese e degli operatori turistici, assicurare cooperazione tra gli Stati per i viaggi tra paesi europei in base a criteri obiettivi, assicurare sistemi e trattamenti simili per i rimborsi ai passeggeri.

Durante la sessione plenaria di giugno è stata approvata una risoluzione (19 giugno) su Trasporti e turismo in cui si sottolinea:
la necessità di Piani di ripresa post COVID-19;  urgente sostegno a imprese del settore;  rafforzamento coordinamento e solidarietà tra paesi;  adeguamento a esigenze future.

Nel progetto di risoluzione sono individuate le aree in cui le azioni intraprese finora risultano insufficienti per sostenere un settore che, nel complesso, dà lavoro a 22,6 milioni di persone (11,2% dell'occupazione totale dell'UE) e che ha contribuito al 9,5% del PIL dell'UE nel 2019.

I deputati esortano a prendere ulteriori misure per ripristinare la fiducia dei turisti che vogliono tornare a viaggiare in sicurezza in Europa e al suo interno e per ridurre al minimo le perdite aggiuntive. Inoltre, si invitano la Commissione e gli stati membri a sostenere con urgenza le imprese dei settori trasporti e turismo. In particolare, le piccole e medie imprese hanno bisogno di maggiore aiuto per gestire la loro liquidità, mantenere i posti di lavoro e ridurre gli oneri
amministrativi inutili.
In questo contesto, è importante che gli operatori del turismo possano confrontarsi con i rappresentanti delle istituzioni UE sulla definizione di una strategia di sostegno e rilancio per questo settore strategico.

L'argomento è stato al centro di una digital conference organizzata da Parlamento, Commissione europea e Regione sulle opportunità offerte dall'Ue. Il presidente Bonaccini: "Risorse certe per uno dei settori, il turismo, pilastro della nostra economia e tra i più colpiti dalla crisi"

Il turismo sarà uno dei pilastri del futuro dell’Emilia-Romagna, insieme alle manifatture e al settore della cultura e dei saperi. A ribadirlo è il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, nell’intervento di saluto alla video conferenza “Turismo in Emilia-Romagna, le opportunità dell’Ue”. Un appuntamento online organizzato da Parlamento europeo, Commissione europea e Regione Emilia-Romagna per analizzare le prospettive di un settore strategico per l’economia regionale, che è stato uno dei più colpiti dagli effetti dell’epidemia da Coronavirus.

Bonaccini ha osservato come il turismo “sarà un asset fondamentale per la ripartenza, e lo inseriremo nel nuovo Patto per il Lavoro e per il Clima che discuteremo nelle prossime settimane, dove indicheremo le priorità per i prossimi dieci anni”. In particolare, “musica e sport saranno strumenti formidabili di promozione del territorio tanto che- ha proseguito Bonaccini- ora vogliamo puntare sulla Music Valley: a settembre inaugurerà la più grande arena spettacoli in Europa, nell’area del Campovolo, mentre al fianco dei due Motogp di Misano stiamo costruendo un evento musicale straordinario”.

Dunque, ha concluso il presidente, “la richiesta all’Europa è di darci risorse su tre particolari asset di finanziamento: infrastrutture, materiali e immateriali, strutture ricettive e promozione turistica. Se non si comprende la rilevanza di questo settore, sprecheremo una grande occasione”.

Concetti ripresi nel corso del dibattito anche da Andrea Corsini, assessore regionale alla Mobilità e Turismo: “Abbiamo la necessità di mettere al centro del dibattito politico e istituzionale il rilancio della grande industria turistica, settore strategico per la crescita del Paese, anche in termini di occupazione e generatore di ricchezza. Abbiamo bisogno- ha sottolineato l’assessore- di un salto di qualità negli investimenti europei per un grande piano di sviluppo e innovazione che riguardi infrastrutture a basso impatto ambientale e la riqualificazione e la rigenerazione urbana per contesti che mettano al centro la qualità della vita nel segno della sostenibilità. Occorrono misure ad hoc- ha concluso Corsini- a disposizione anche delle Regioni per rilanciare gli investimenti e rinforzare la diversificazione dell’offerta turistica”. (29/06/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07