Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 6 giugno 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI ALL'ESTERO - COVID-19/AIUTI CONNAZIONALI - DEPUTATI FI, ON.NISSOLI (ESTERO) E NAPOLI : "DA SOTTOSEGRETARIO MERLO RISPOSTA INSODDISFACENTE"

(2020-05-19)

Oggi, il sottosegretario Merlo ha risposto all’interrogazione dI Forza Italia sulle modalità di accesso ai sussidi per gli italiani all’estero, i 4 milioni di euro previsti nel decreto “Cura Italia”. In tale interrogazione si chiedevano indicazioni maggiormente dettagliate circa le regole per accedere alle sovvenzioni in modo da poterle comunicare agli interessati in tempi adeguati. Inoltre, si chiedeva la proroga della data del 31 luglio 2020 per l’autorizzazione delle domande, in quanto tale scadenza e’ troppo ravvicinata per poter adeguatamente informare e dar modo ai cittadini all’estero bisognosi di aiuto di effettuare le richieste.

"Purtroppo, la risposta del sottosegretario non è stata soddisfacente - affermano in una nota i parlamentari di Forza Italia  Nissoli , eletta dalla Circoscrizione Estero in Nord e Centro America, e Osvaldo Napoli - e non si ravvisa la necessaria chiarezza che serve a chi deve presentare la richiesta di sovvenzione perché in difficoltà!
Infatti, fa presente nissoli,  si lascia al giudizio degli Uffici consolari la facoltà di erogare il contributo al connazionale bisognoso secondo la prassi seguita fino ad oggi".

"Inoltre, prosegue Nissoli, il sottosegretario ha riferito che non è prevista la proroga del termine del 31 luglio per la richiesta di tali aiuti!
Quindi i cittadini interessati, in mancanza di un criterio oggettivo, dovranno fare riferimento direttamente al Consolato italiano dove si trovano per avere una valutazione sulla propria indigenza!
Insomma, concludono  i deputati di Forza Italia Fucsia Nissoli Fitzgerald e Osvaldo Napoli, commentando la risposta del sottosegretario  Merlo all’interrogazione presentata il 30 aprile scorso, una risposta che elude le questioni poste e che non alimenta sentimenti di fiducia verso lo Stato da parte dei cittadini italiani all’estero!”.

Di seguito l'Interrogazione a risposta in Commissione presentata dall'on. Fitzgerald Nissoli:

Fitzgerald Nissoli - Al Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale - Per sapere - premesso che:
nel Decreto Legge n. 18/2020, c.d. “Cura Italia”, durante l’esame parlamentare per la sua conversione in legge, sono state introdotte all’art. 72, comma 4-bis, alcune misure per la tutela e la sicurezza dei cittadini italiani all’estero che versano in condizioni di emergenza (con uno stanziamento di 1 milione di euro) e per l’assistenza di cittadini all’estero in condizioni di indigenza o necessità (con uno stanziamento di 4 milioni di euro);

si tratta di una dotazione complessiva di 5 milioni di euro in favore di nostri connazionali che, a causa della pandemia da coronavirus, si trovano all’estero in condizioni di particolare difficoltà, in seguito al blocco delle attività economiche per lockdown e imposizione di quarantene;

tale dotazione è autorizzata fino al 31 luglio 2020 e l’erogazione dei sussidi è prevista senza promessa di restituzione anche a cittadini non residenti nella circoscrizione consolare, per andare incontro a quei connazionali che, essendosi spostati dal proprio luogo di residenza abituale in piena emergenza coronavirus, si trovano ad affrontare delle difficoltà lontani da casa;

tenendo conto dell’ampia e potenziale platea dei beneficiari è necessario fornire ai nostri connazionali all’estero indicazioni maggiormente dettagliate circa le regole per accedere alle sovvenzioni su esposte, dando modo di comunicare informazioni complete e in tempi congrui:-
Se il Ministro interrogato non intenda fornire maggiori chiarimenti circa le modalità di accesso ai sussidi di cui in premessa, per un’adeguata informazione dei cittadini italiani residenti all’estero, con particolare riguardo a:
a) quali uffici sono preposti per la presentazione delle relative domande;
b) quali criteri saranno adottati ai fini del concreto aiuto, tenendo conto dei limiti di spesa dell’importo complessivo predetto e della vasta platea dei potenziali beneficiari;
c) necessità di definire e circoscrivere la qualificazione di “indigenza”;
d) quali criteri saranno adottati per la ripartizione delle dotazioni relativamente alle diverse circoscrizioni estere;
e) qual è l’entità dei singoli sussidi e se siano previsti eventuali criteri di priorità per l’accoglimento delle relative domande;
f) necessità di prorogare la data del 31 luglio 2020 per l’autorizzazione delle domande, scadenza oltremodo ravvicinata per poter adeguatamente informare e dar modo ai cittadini all’estero bisognosi di aiuto di effettuare le domande.(19/05/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07