Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 6 giugno 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI E ITALIANI ALL'ESTERO - COVID-19/SPAGNA - LA SPAGNA HA REVOCATO BLOCCO VOLI DIRETTI DA ITALIA.- CONCLUSA FASE RIENTRI CITTADINI SPAGNOLI 'VULNERABILI" VERSO PROLUNGAMENTO STATO ALLERTA

(2020-05-19)

  La Spagna ha revocato il blocco dei voli diretti e delle navi provenienti dall’Italia, introdotto lo scorso 11 marzo nell’ambito delle misure per contenere l’epidemia di Covid-19, ma continua a mantenere restrizioni sul turismo e la quarantena di 14 giorni per chi entra nel Paese.

Con il prossimo 21 (da Buenos Aires) ed il 23 maggio (da Caracas) il Governo spagnolo considera conclusa la fase di rientro dei propri connazionali all'estero in situazione particolarmente vulnerabile

Dall'inizio della pandemia e fino ad ora, il Ministero degli Affari Esteri Spagnolo, l'Unione Europea e la Cooperazione hanno assistito oltre 26.000 spagnoli e hanno noleggiato cinquanta voli di rimpatrio. Le operazioni si concluderanno con oltre 8.500 spagnoli rimpatriati direttamente con la collaborazione della nostra rete di ambasciate e consolati." afferma una nota pubblicata dall'Ambasciata di Spagna in Italia.

Il Ministero degli Affari Esteri, dell'Unione Europea e della Cooperazione ricorda che i voli di rimpatrio mirano a facilitare il ritorno degli spagnoli che non hanno alternative per lasciare il Paese, che si trovano in una situazione particolarmente vulnerabile, i turisti (che quindi non hanno infrastrutture e sostegno familiare per rimanere nel paese) o residenti in Spagna che devono tornare a causa di forza maggiore.

La rete di Ambasciate e Consolati di Spagna ha rilevato che la maggior parte dei profili degli spagnoli che si trovano ora all'estero dopo l'operazione non soddisfano questi criteri e, pertanto, non entrerebbero nella fase di rimpatrio, in quella che è ancora una fase acuta della crisi, così per altri paesi Europei. Tant'è che - scrive  il quotidiano spagnolo El Pais- il governo del premier Pedro Sanchez si prepara a chiedere al Parlamento un ulteriori prolungamento dello stato d’allerta nel Paese, fino al 27 giugno, in quella che sarebbe la quinta proroga dall’inizio della pandemia.

In ogni caso, aggiunge la nota, Ambasciate e Consolati spagnoli studiano caso per caso e cercano di offrire soluzioni per ogni situazione attraverso contatti permanenti con ciascuna delle persone colpite. (19/05/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07