Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 24 settembre 2020 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

E ITALIANI ALL'ESTERO - EUROPA - CONSIGLIO: MANDATO AD ALTO RAPPRESEN.UE BORREL SOLUZIONE POLITICA IN LIBIA NEL QUADRO PROCESSO BERLINO E SOSTEGNO STABILITA' IN IRAQ

(2020-01-10)

  Il Consiglio ha discusso dei recenti sviluppi in Libia , compresa l'escalation militare intorno a Tripoli e, a margine dell'incontro, ha avuto l'opportunità di essere informato dal rappresentante speciale delle Nazioni Unite e dal capo della missione di sostegno delle Nazioni Unite in Libia (UNSMIL), Ghassan Salamé .

I ministri hanno espresso il loro consenso sulla necessità che l'UE si impegni con fermezza per evitare che l'attuale crisi sfugga al controllo e hanno dato mandato all'alto rappresentante dell'UE per gli affari esteri, Josep Borrell, di impegnarsi con tutti gli attori con l'obiettivo di muoversi verso una soluzione politica nel quadro del processo di Berlino e degli sforzi mediati dalle Nazioni Unite .

Il Consiglio, inoltre, è stato informato degli ultimi sviluppi in Iraq, anche attraverso uno scambio informale con il segretario generale della NATO , Jens Stoltenberg .

I ministri sono stati invitati a valutare le conseguenze della recente escalation di tensioni e dei principali incidenti di sicurezza in Iraq e nella regione e hanno discusso dell'impatto di questi sviluppi sulla coalizione internazionale impegnata nella lotta contro Daesh.

    Josep Borrell, Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza

    I ministri mi hanno dato un forte mandato a compiere sforzi diplomatici con tutte le parti per contribuire alla riduzione dell'escalation nella regione, sostenere il dialogo politico e promuovere una soluzione politica regionale.

    Josep Borrell, Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza

Il Consiglio ha chiesto una de-escalation urgente e la massima moderazione . Ha inoltre condannato ogni attacco alle forze della coalizione impegnate nella lotta contro il Daesh e ribadito che questa lotta rimane una priorità dell'UE .

I ministri degli affari esteri hanno sottolineato il loro continuo sostegno alla stabilità e alla ricostruzione dell'Iraq , nonché alla conservazione del Piano d'azione comune congiunto ( JCPoA ), come elemento chiave dell'architettura globale di non proliferazione nucleare. Allo stesso tempo, i ministri hanno invitato l' Iran a ritornare senza indugio alla piena conformità con il PACG.

Infine, il Consiglio ha affidato all'alto rappresentante dell'UE il mandato di compiere sforzi diplomatici con tutte le parti per contribuire alla riduzione dell'escalation  nella regione, sostenere il dialogo politico e promuovere una soluzione politica regionale. (10/01/2020-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07