Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 19 luglio 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI ALL'ESTERO - ISCRIZIONE AIRE : VARIAZIONE DATA ISCRIZIONE ALLA LUCE DECRETO BREXIT

(2019-04-10)

  Il, Ministero degli Affari Esteri interviene con una circolare sulla modifica della data di Iscrizione all'AIRE, alla luce del Decreto Brexit. Di seguito la circolare:

  26 marzo scorso è entrato in vigore il Decreto Legge 25 marzo 2019, n.22 (c.d. “Decreto Brexit”) che stabilisce, fra le altre cose, la decorrenza dell’iscrizione all’AIRE dalla data di presentazione della domanda all’ufficio consolare di riferimento.
Pertanto, l’iscrizione all’AIRE per le domande presentate prima del 26 marzo 2019, e non ancora perfezionate, avrà decorrenza dal 26 marzo 2019.

L’iscrizione all’AIRE per le domande presentate dopo il 26 marzo 2019 avrà decorrenza dalla data di presentazione, purche' completa. A tal fine, la relativa modulistica sarà presto aggiornata tenendo conto delle citate innovazioni.

Si sottolineano i rilevanti effetti positivi che l’immediata iscrizione all’AIRE produrrà d’ora in avanti per il connazionale in termini di celerità procedurale e certezza del diritto. Inoltre, tale novità semplifica il rapporto tra Pubblica Amministrazione e cittadini residenti all'estero, allineandone il regime applicabile a quanto già previsto per le iscrizioni nell'anagrafe della popolazione residente sul territorio nazionale.

Si ricorda in questa sede  che l’iscrizione all’Aire – Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero – è un diritto-dovere del cittadino (art. 6 legge 470/1988) nel caso di residenza all'estero oltre i 12 mesi. E' fatto obbligo anche da parte di coloro che divengano cittadini italiani pur essendo residenti all'estero.
(10/04/2019- (ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07