Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 19 agosto 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

CULTURA ITALIANA NEL MONDO - A TEATRO PER UNA SCHERZOSA RIFLESSIONE SULLA LINGUA ITALIANA E L'USO BIZZARRO CHE TALVOLTA NE FACCIAMO CON LO SCRITTORE MASSIMO ROSCIA

(2019-02-08)

  Dopo i successi dei suoi ultimi tre libri, «La strage dei congiuntivi», «Di grammatica non si muore» e «Peste e corna», lo scrittore Massimo Roscia debutta a teatro con GRAZZIE, uno spettacolo tutto incentrato sulla lingua italiana e sull’uso talvolta bizzarro e poco convenzionale che ne facciamo. L’originale rappresentazione, a metà tra la stand-up comedy e il burlesque verbale, è prodotta da LST Teatro, diretta dal regista Manfredi Rutelli e impreziosita dalle musiche eseguite dal vivo dal compositore Massimiliano Pace.

In questo spettacolo grammaticale, spassoso e al tempo stesso assai utile, Massimo Roscia, simpatico e scanzonato paladino della lingua, porta in scena un ricchissimo campionario fatto di congiuntivi maldestramente invertiti con i condizionali, mutilazioni della lettera H, accenti confusi con apostrofi, inversioni di singolari e plurali e di maschili e femminili, reggenze errate, pronomi violentati, segni di interpunzione gettati a casaccio, neologismi e forestierismi al limite della blasfemia, inutili pleonasmi e altri innumerevoli scivoloni, tutti, ahimè, tragicomicamente reali.

Roscia, senza mai demonizzare l’errore o ridicolizzare chi l’ha commesso, gioca allegramente con questi inciampi, dispensando, tra una boutade e una canzone, consigli linguistici utili, pratici, divertenti e concepiti per avvicinare il più possibile la norma all’uso e per fare sì che un buon italiano, scritto e parlato, possa aiutare a risolvere i problemi della quotidianità e, in definitiva, a vivere meglio. Il debutto è previsto il prossimo venerdì 22 febbraio al Teatro Caos di Chianciano Terme, con replica la sera seguente al Teatro degli Astrusi di Montalcino. Le altre date della tournée sono in via di definizione.


Massimo Roscia, nato a Roma nel 1970 circa, è un personaggio proteiforme e di difficile catalogazione. Artigiano delle parole, cultore della qualità della vita, critico enogastronomico, collaboratore del Gambero Rosso, già condirettore editoriale del periodico Il Turismo Culturale, pifferaio magico, mimo parlante, bravo conduttore radiofonico e ottimo conduttore elettrico, imbonitore, attore, fattore, malfattore, decente docente (insegna, tra l'altro, comunicazione, tecniche di scrittura, editing e marketing territoriale), esperto di «HTTP Error 404 ¿ File not found», incensurato, automunito, militassolto, collezionista di periodi ipotetici del terzo tipo e, non ultimo, scrittore. Autore di romanzi, racconti, saggi, ricerche, articoli (determinativi e indeterminativi), guide turistiche, sceneggiature televisive, biglietti per biscotti della fortuna, ricorsi giudiziari, bugiardini dei farmaci e scritte oscene nei bagni degli autogrill, vincitore di diversi premi letterari e partite a tressette, ha esordito con “Uno strano morso ovvero sulla fagoterapia e altre ossessioni per
il cibo” (Edizioni della Meridiana, 2006).

Dopo il fortunatissimo romanzo “La strage dei congiuntivi” (Exòrma, 2014) e il saggio “Di grammatica non si muore” (Sperling & Kupfer, 2016), ha completato la sua originale trilogia dedicata all’italiano con il nuovo libro “Peste & Corna” (Sperling & Kupfer, 2018). Giocando con le parole come Flaiano, Campanile o Arbasino, Massimo Roscia sta dimostrando, ancora una volta, di possedere un grande senso dell’umorismo e una straordinaria abilità nel maneggiare quel complesso repertorio che chiamiamo lingua. Disincantato e arguto osservatore della società, funambolo della penna e della favella, idolo degli studenti, beniamino dei librai e vero showman (le sue presentazioni sono autentici spettacoli di burlesque verbale), Roscia è sempre più richiesto in radio e in televisione, dove interviene per parlare, a modo suo, di lingua e strafalcioni. (08/02/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07