Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 26 aprile 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI ALL'ESTERO . BREXIT - EUROPA PREDISPONE RETE ALTERNATIVA TRASPORTI MARITTIMI TELECOMUNICAZIONI, ENERGIA TRANSEUROPEI COLLEGAMENTI CON IRLANDA IN VISTA NO DEAL

(2019-02-07)

  Oggi, la presidenza romena ha raggiunto un accordo provvisorio con il Parlamento europeo su una proposta per assicurare nuovi collegamenti marittimi tra l'Irlanda e gli altri paesi dell'Unione europea sul corridoio della rete centrale del Mare del Nord Mediterraneo della rete transeuropea dei trasporti (TEN-T) in caso in cui il Regno Unito lasci  l'Unione europea senza un accordo negoziato.
La riformulazione del corridoio e un numero limitato di altre modifiche mirate al regolamento per collegare l'Europa (CEF) assicura la continuità per gli investimenti infrastrutturali e di fornire chiarezza e certezza giuridica per la pianificazione delle infrastrutture. L'accordo sarà ora sottoposto ai rappresentanti degli Stati membri in seno al Consiglio per l'approvazione.

L'accordo riguarda la regolamentazione 2013 CEF, che prevede il finanziamento per i progetti chiave nei settori dei trasporti, delle telecomunicazioni e dell'energia, fino alla fine del bilancio a lungo termine dell'UE nei 2020. Dopo di che, sarà sostituito da CEF 2.0, su cui i negoziati tra il Consiglio e il Parlamento europeo sono in corso.

Il testo concordato collega i porti di Shannon Foynes, Dublino e Cork sul lato irlandese con Le Havre, Calais e Dunkerque (Francia), Zeebrugge, Gand e Anversa (Belgio) e Terneuzen, Rotterdam e Amsterdam (Paesi Bassi) su quel corridoio per garantire il collegamento diretto a  27 con l'Irlanda.

Gli investimenti a fini di controllo di sicurezza e di frontiera sono aggiunti a quegli investimenti che saranno ammissibili al sostegno nel restante ciclo di programmazione del CEF.

Il progetto, che modifica il regolamento entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione. Diventerà applicabile il giorno dopo il regolamento 2013 CEF cessa di applicarsi al Regno Unito.

La presidenza sottoporrà, quindi,  l'accordo di oggi gli ambasciatori dell'Unione europea in una prossima riunione del Comitato dei rappresentanti permanenti del Consiglio. Un voto formale in Parlamento e il Consiglio seguirà più tardi. (07/02/2019-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07