Direttore responsabile Maria Ferrante − lunedì 10 dicembre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ECONOMIA E COMMERCI - EUROPA - ACCORDO POLITICO RAGGIUNTO AL CONSIGLIO EUROPEO SU INCLUSIONE MISURE SALVAGUARDIA NEGlI ACCORDI DI LIBERO SCAMBIO A TUTELA SETTORI INDUSTRIALI

(2018-11-28)

L'UE sta predisponendo un quadro generale per assicurare l'inclusione di misure di salvaguardia negli Accordi di libero scambio.

La Presidenza di oggi ha raggiunto un accordo provvisorio con i rappresentanti del Parlamento europeo su una proposta per semplificare l'inserimento di misure di salvaguardia in accordi commerciali perchè siano applicate in modo efficace e oerente. L'accordo sarà ora sottoposto per l'approvazione politica da ambasciatori dell'UE.

Si tratta di misure di salvaguardia bilaterali, a seconda degli accordi commerciali (che consente per la revoca temporanea delle preferenze tariffarie) destinate a proteggere una particolare industria nazionale dall'aumento delle importazioni di prodotti che sta causando, o che rischia di provocare, gravi lesioni a tale industria.

"L'Unione europea sta portando avanti un'agenda commerciale  ambiziosa:.. Recentemente abbiamo firmato accordi di libero scambio con il Giappone e Singapore, ma l'ambizione deve essere accompagnato dalla prudenza Questo regolamento ci permetterà di fornire una protezione più efficace e coerente del mercato dell'Unione europea da qualsiasi minaccia specifica contro la nostra industria ", ha affermato Margarete Schramböck, ministro federale austriaco per gli Affari Economici e Digital e presidente del Consiglio

L'UE conclude con regolarità accordi commerciali con i paesi terzi, la maggior parte dei quali includono clausole di salvaguardia bilaterali o altri meccanismi per la revoca temporanea delle preferenze tariffarie o di un trattamento preferenziale. Fino ad oggi, il meccanismo di salvaguardia bilaterale, è stato proposto separatamente in congiunzione con l'accordo commerciale.

In questa fase, il regolamento riguarda l'attuazione dell'accordo  UE-Giappone, UE-Singapore e accordi di libero scambio UE-Vietnam. In ulteriori accordi commerciali potrebbero essere aggiunti al regolamento mediante atti delegati.

L'accordo sarà sottoposto al ambasciatori dell'Unione europea per l'approvazione, a nome del Consiglio, previa messa a punto tecnica del testo. Parlamento e il Consiglio saranno poi chiamati ad adottare la proposta di regolamento in prima lettura. (28/11/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07