Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 16 ottobre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ECONOMIA ITALIANA - TURISMO - INDAGINE POLIMI: MERCATO TURISTICO DIGITALE IN CONTINUA CRESCITA. OGGI VALE 14,2 MILIARDI (+8%), UN QUARTO DEL TOTALE

(2018-10-11)

  ´Il mobile ha cambiato enormemente le esigenze del consumatore e lo farà ancora di più nei prossimi cinque anni´. Nel settore Travel lo sviluppo del digitale è stato fortissimo a livello globale. Il consiglio agli operatori del settore: attrezzarsi, e farlo subito. I big del digitale lo stanno già facendo. Investendo sempre più, ad esempio, sulla tecnologia Voice, oltre che sul Chatbot (la conversazione simulata con messaggi via web). ´La tastiera in futuro probabilmente non esisterà più - ha osservato Lo Faro - Si parlerà con i vari device´. L´importante è arrivarci preparati." affermano al TTG di Rimini, Travel Experience il principale marketplace del turismo B2B in Italia;  la manifestazione italiana di riferimento per la promozione del turismo mondiale

Secondo un' indagine del Politecnico di Milano il mercato digitale turistico in Italia vale  un quarto del valore complessivo. ovvero 14,2 miliardi, con una crescita dell´8% rispetto al 2017: il 24% del mercato del Travel in Italia (58,3 miliardi di euro il valore complessivo).

A trainare il mercato del digitale restano i trasporti (61%), seguiti dagli alloggi (29%) e dai pacchetti (10%%). La quota di mercato delle OTA (Online Travel Agency) è oggi pari al 29% (+ 14%).

´La componente digitale del mercato cresce anche grazie agli attori 'tradizionali´ della filiera, come molte strutture ricettive, alcune agenzie, specifici tour operator, alcuni servizi a supporto della mobilità, svariati servizi in destinazione´ afferma Filippo Renga, Direttore dell´Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo del Politecnico di Milano.

Nel settore ricettivo, crescono ad esempio del 13% le prenotazioni dirette tramite canali digitali (sito, app, ecc.) e rappresentano l´11% del totale delle prenotazioni ricevute dalle strutture. Sempre sulla componente alloggio, l´incidenza della sharing economy (e più in generale di tutte le piattaforme peer to peer nate per facilitare l´affitto e la condivisione di alloggio tra privati) supera ormai il 30%´. Ponendo pari a 100 il numero delle prenotazioni nelle strutture avvenute nel 2018, in media 46 di queste vengono effettuate dal cliente finale direttamente (20 tramite una email e 11 su sito, app e social network) mentre 36 tramite OTA o portali di Home sharing. Il 15% avviene tramite telefonata o al banco.(11/10/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07