Direttore responsabile Maria Ferrante − martedì 16 ottobre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

CULTURA ITALIANA NEL MONDO - ITALIAN CONTEMPORARY ART - ALL'ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA DI LISBONA

(2018-10-10)

  L’Istituto Italiano di Cultura di Lisbona partecipa alla Prima Edizione della Rassegna “Giornate del Contemporaneo – Italian Contemporary Art” organizzata dalla rete diplomatica italiana allo scopo di promuovere all’estero il patrimonio artistico italiano contemporaneo, con dibattiti, conferenze, esposizioni ed altre attività di valorizzazione dell’arte e della cultura italiana contemporanea, utilizzando i diversi linguaggi artistici, dalla pittura alla scultura, dal video alle installazioni, dalla fotografia al design.

La programmazione dell’IIC di Lisbona per le Giornate del Contemporaneo si è aperto il 9 ottobre con la lezione aperta “Sironi, Novecento e la monumentalità nell’arte tra le due guerre” a cura di Elisabetta Maino, specialista in Storia dell’Arte italiana ed Architettura e prosegue il 10 ottobre con la conferenza “Il passato di fronte al presente - le sperimentazioni del contemporaneo nei musei del Polo della Campania” a cura di Anna Imponente, Direttore del Polo Museale della Campania, che gestisce e valorizza 28 realtà museali diversificate: 11 musei, 5 siti archeologici, certose, residenze storiche come Palazzo Reale, luoghi della cultura come la Tomba di Virgilio e la Grotta Azzurra a Capri, con l’attenzione alla loro fruibilità come luoghi d’eccellenza anche per il contemporaneo. Ha diretto la Sezione di Arte Contemporanea della Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma, ha curato importanti esposizioni ed ha al suo attivo un centinaio di pubblicazioni in cataloghi e su riviste d’arte contemporanea, sia in Italia, sia all’estero.

A seguire nell’antica Cappella dell’Istituto Italiano verrà inaugurata l’Esposizione “Forma Mentis” alla presenza dell’artista Paola Pezzi, le cui opere sono caratterizzate da una forte manualità. L’artista esordisce alla fine degli anni ’80, con sculture trattate con modalità pittoriche, materiali contemporanei (poliuretano, gommapiuma, tele), si apre alla pittura alla fine degli anni ’90 e, nel 2000 inizia a realizzare sculture, assemblaggi creati con un campionario di oggetti presi dalla realtà (sughero, legno, feltro), attingendo sia dal materiale pittorico (matite, pastelli, fusaggine, gomme da cancellare, tavolozze) che dal quotidiano (cannucce, stuzzicadenti, frange, cottonfioc, fiammiferi, spolette).

Venerdì, 12 ottobre si terrà presso il Centro Culturale di Belém la conferenza “L’arte italiana del Dopoguerra attraverso le opere della Collezione Farnesina” a cura di Angela Tecce, Direttore del Servizio II Periferie Urbane della Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e membro del Comitato Scientifico della Collezione Farnesina. Ha da sempre orientato i suoi studi verso l’arte del Novecento, argomento del quale è considerata tra i maggiori conoscitori in Italia, sia per i testi pubblicati e per le numerose iniziative espositive (Hermann Nitsch, Mimmo Paladino, Luigi Mainolfi, Enzo Cucchi, Joseph Beuys, Ettore Spalletti, Anselm Kiefer, Pino Pascali, Julian Schnabel, Louise Bourgeois, Bill Viola) che per aver ideato il Museo sul Novecento a Napoli, a Castel Sant’Elmo.

La Settimana si conclude sabato 13 ottobre con l’apertura al pubblico dell’Esposizione “Forma Mentis” di Paola Pezzi, in concomitanza con la Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI, Associazione Musei d'Arte Contemporanea Italiani.

La Rassegna del Contemporano ha già avuto un anticipo con l’Esposizione “Fiori nel Mare” dell’artista Bruna Esposito, inaugurata lo scorso 14 settembre al Collegio delle Arti dell’Università di Coimbra, visitabile fino al 25 ottobre.(10/10/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07