Direttore responsabile Maria Ferrante − mercoledì 19 settembre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

CULTURA ITALIANA NEL MONDO - ALDO MORO - INAUGURATA ALLA FIERA DEL LEVANTE DI BARI UNA MOSTRA SULLO STATISTA PUGLIESE

(2018-09-11)

Inaugurata in Fiera la mostra dedicata dal Consiglio regionale ad Aldo Moro

Aldo Moro, il suo pensiero, la sua etica, il concetto di politica, il primato della libertà e della piena realizzazione individuale favorita dalle formazioni sociali. "La persona prima di tutto", ebbe a dichiarare coraggiosamente in piena guerra e fascismo, in occasione della prima lezione universitaria a Bari, nel 1941. Lo ha ricordato il vicepresidente del Consiglio regionale pugliese, Peppino Longo, nell’inaugurare la mostra che per l’intero periodo della Fiera del Levante di Bari sarà visitabile nel padiglione dell’Assemblea legislativa (n. 152bis, nei pressi della fontana monumentale). Sono intervenuti il rettore dell’Università di Bari Felice Antonio Uricchio e la direttrice dell’USR Anna Cammalleri.

Tanto la raccolta di articoli dello statista pugliese che i quattro progetti che da qui alla fine della legislatura consiliare saranno dedicati a Moro, sono un tributo al “gigante della politica internazionale e della cultura giuridica, al martire laico della libertà e della democrazia”, ha detto Longo, nel convegno seguito all’inaugurazione.
Sono rivolti agli studenti delle superiori e a tutti i pugliesi, attraverso Comuni, biblioteche, associazioni, Università e docenti e rappresentano fasi ulteriori di un progettammo articolato di valorizzazione del pensiero e della figura del grande corregionale, avviato dal Consiglio regionale fin dalle celebrazioni del centenario della nascita, a Maglie, il 23 settembre 1916.

Una seduta straordinaria del parlamento pugliese, nel settembre 2016 e un convegno nell’ottobre successivo sulla strage di via Fani e sul sacrificio del presidente della DC, hanno preceduto una serie di pubblicazioni, distribuite in particolare a scuole e studenti.

Su iniziativa del presidente del Consiglio regionale Mario Lozzo, l’omaggio attivo della Puglia proseguirà con i quattro progetti, realizzati con la collaborazione dell'Ufficio Scolastico Regionale, di Anci Puglia, delle Università e dell’Ipsaic, l’istituto per la storia del ‘900 che ha sede presso la biblioteca consiliare, la Teca del Mediterraneo.

“Moro vive” e “Moro: Martire laico” hanno l’obiettivo di far conoscere il contributo di Moro, nella Costituente, alla carta costituzionale repubblicana. “Moro: Professore” sarà realizzato con e per le Università pugliesi. Il corso biennale “Moro: Educatore”, con la collaborazione dell'Ipsaic e dell'Ufficio Scolastico Regionale, sarà aperto ai docenti di diritto, storia e lettere, con l’obiettivo di formarli ulteriormente sugli anni che vanno dalla fine della seconda guerra mondiale ad oggi.

I quattro progetti si concluderanno nel 2020 e si avvalgono del coordinamento di Gero Grassi, incardinato presso la Sezione consiliare biblioteca e comunicazione istituzionale, già componente della Commissione parlamentare d'inchiesta sull'eccidio di via Fani, sul rapimento e la morte di Moro.(11/09/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07