Direttore responsabile Maria Ferrante − mercoledì 15 agosto 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

CULTURA ITALIANA NEL MONDO - REGNO UNITO - FESTIVAL DEL TEATRO ITALIANO AL CORONET DI LONDRA (30 E 31 AGOSTO)

(2018-08-07)

Il prossimo 30 e il 31 agosto, Print Room al Coronet presenta il Festival teatrale italiano in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura a Londra, a cura di Monica Capuani.

Il festival di due giorni è composto da quattro opere teatrali di autori illustri, drammaturghi e attori.
Le opere riguardano Mistero Buffo del vincitore del premio Nobel Dario Fo; Novecento del famoso scrittore Alessandro Baricco tradotto da Ann Goldstein; Hanno Tutti Ragione del vincitore dell'Academy Award Paolo Sorrentino con Iaia Forte; e la première di un work in progress Ma perché? Ma perché? di Gilles Aufray e Marcello Magni - con il co-fondatore di Complicite Marcello Magni.
Il 31 agosto, la scrittura per la letteratura e il teatro, una relazione con Gilles Aufray, Emanuele Trevi e Ben Okri, sarà presentata nel bar del teatro.

Hanno Tutti Ragione di Paolo Sorrentino | Diretto ed eseguito da Iaia Forte
17.00 - 18.30 (Auditorium)

eventi teatrali (l'offerta è valida solo se tutti i posti selezionati sono nella riga A - D)

Offerta multi-buy: retro dell'auditorium | Riscrivi uno sconto di £ 10 quando prenoti biglietti a prezzo pieno per tutti gli eventi teatrali (l'offerta è valida solo se tutti i posti selezionati sono nella riga E-H)

Hanno Tutti Ragione
Scritto da Paolo Sorrentino, Diretto da Iaia Forte, Con Iaia Forte
Produzione Pierfrancesco Pisani e OffRome, In collaborazione con Infinitos.rl e Nido di Ragno produzione e distribuzione

Un episodio del romanzo di Hanno Sorriso Tutti gli uomini di Paolo Sorrentino è adattato per il palcoscenico.

'Più grande della vita' Il cantante napoletano Tony Pagoda è nel suo camerino di New York, in procinto di tenere il più importante concerto della sua carriera, esibendosi per Frank Sinatra al Radio City Music Hall.

Alimentato dall'alcool e dalla cocaina, la performance musicale di Pagoda porta il pubblico nel suo potente viaggio attraverso i ricordi, i barlumi di illuminazione, l'amore e l'angoscia, il tutto impostato su una bella colonna sonora.

Dopo lo straordinario successo internazionale di The Great Beauty , la pluripremiata attrice italiana Iaia Forte lavora ancora una volta con Sorrentino, questa volta nel ruolo di un uomo.

"L'idea di adattare il personaggio di Tony per il palco è nata per amore. Ho dato due letture sceniche del romanzo e mi sono divertito ad incarnare questo personaggio e ad interpretare le bellissime parole del libro così tanto che ho voluto convertirlo in un gioco. Questo cantante, un cocainomane, disperato e vitale, è un personaggio che va oltre gli stereotipi di genere che possono essere facilmente interpretati da una donna. Mi piace pensare che la smorfia di Pagoda nasconda un'anima femminile, un'ingenuità e il desiderio di un'armonia perduta. Ma poi di nuovo, il teatro è un luogo in cui, fortunatamente, possiamo bandire il naturalismo e ampliare i confini della nostra fantasia. "

Novecento di Alessandro Baricco con Eugenio Allegri , regia di Gabriele Vacis | Prodotto da Teatro Stabile di Torino
20.00-21.30 (Auditorium)
critto da Alessandro Baricco
Diretto da Gabriele Vacis
Con Eugenio Allegri
Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale
Società cooperativa Artquarium

Eugenio Allegri racconta la storia di Danny Boodman TD Lemon Novecento dal 1994. Un monologo estremamente popolare e di successo, ha ricevuto oltre 500 rappresentazioni in Italia e in Europa, ed è stato visto da oltre 200.000 persone.

Lo scrittore best-seller Alessandro Baricco è uno degli scrittori più tradotti al mondo e il suo libro ha venduto più di un milione di copie. Inoltre è stato adattato in un film di Giuseppe Tornatore, La leggenda del pianista sull'oceano, con Tim Roth nel ruolo principale.

Allegri racconta come è nato il gioco: "Nel cortile della casa di Vacis, tra la fine di agosto e l'inizio di settembre, mentre il barbecue brucia pezzi di carne che sono ancora in possesso delle loro facoltà mentali, un autore e un attore ha uno scambio spiritoso con un regista. "Allora, cosa ne pensate? Questo pianista sta scendendo dalla barca o no? "Chiede l'autore. Il regista e l'attore si scambiano uno sguardo perplesso, come per dire: "Bene, è quello che viene pagato per scrivere, non è vero? ..."
Il giorno passa, aiutato da un paio di drink di buon vino, fino a sera, quando è il momento di salutarci, Allegri dice a Baricco: "Ecco, prendi questo taccuino, con annotazioni su una sceneggiatura teatrale che non ho mai scritto e un iscrizione allo spettacolo Novecento e mille che ho fatto con De Berardinis nel 1986. Ci sono alcune mie riflessioni sull'arte e sul teatro. Adieu! Bon travail ".

Quattro mesi dopo, il 27 gennaio, le prime pagine sconvolgenti del Novecento , il monologo teatrale, torna da Parigi insieme a Baricco.


PROGRAMMA | Venerdì 31 agosto 2018

Mistero Buffo di Dario Fo con Matthias Martelli , regia di Eugenio Allegri | Prodotto da Teatro Stabile di Torino
16.00 - 17.45 (Auditorium)
Scritto da Dario Fo
Diretto da Eugenio Allegri
Con Matthias Martelli
Produzione del Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale
Teatro della Caduta
In collaborazione con il Teatro Fonderia Leopolda e il Comune di Follonica
Con il patrocinio del Ministero della Cultura, Patrimonio e Attività e Turismo

Dario Fo ' che emula i giullari del Medioevo per flagellare l'autorità e sostenere la dignità del calpestato' legge la dichiarazione esplicativa del Premio Nobel che gli è stato assegnato nel 1997. Mistero Buffo è considerato il suo capolavoro.

Questa opera unica utilizza il livello più profondo della tradizione popolare, rivitalizzandola e mantenendola attinente ai giorni nostri, facendo riferimenti alla vita contemporanea; le sacre messe in atto diventano opportunità per salvare il patrimonio culturale del popolo calpestato, le classi inferiori, che possono solo rispondere con risate e commedie.

Eugenio Allegri dirige Matthias Martelli, un giovane attore di talento del Teatro della Caduta, in questo popolare gioco del giullare, che è stato l'ispirazione per il teatro narrativo degli ultimi vent'anni.

"In Mistero Buffo , l'attore è da solo sul palco, senza inganni, con lo scopo di coinvolgere il pubblico nell'azione teatrale. Il nostro lavoro ha origine da una forma di teatro che, attraverso il linguaggio del corpo reso dal suono, con l'onomatopea, con improvvisi cambiamenti del ritmo, con mimiche e gesti impressionanti dell'attore, passa dal racconto all'interpretazione o anche solo all'evocazione dei personaggi, convertendoli, se necessario, da servo a maestro, da indigente a ricco, da santo a truffatore, per illustrare sentimenti, reazioni, relazioni di quella rappresentazione sacra e profana chiamata Commedia dell'arte ' Eugenio Allegri.

Scrivere per letteratura e teatro | Una chiacchierata con Gilles Aufray , Ben Okri ed Emanuele Trevi
18.15 - 19.15 (Bar)

Ma perché? Ma perché? interpretato da Marcello Magni
20.00 (Auditorium)
Ma perché? Ma perché?

Una serata con Marcello Magni

Piccoli bozzetti di storie: leggere, raccontati e improvvisati sul palco ...

Un uomo - un parente di Nasrudin, il saggio idiota della Persia - torna a casa dopo un lungo viaggio all'estero per trovarsi di fronte a un muro. Non ha mai visto un muro così grande o così lungo. Ma perché è stato costruito un muro attraverso il deserto? Non può più raggiungere la sua casa!

Cercando di capire l'assurda situazione in cui si trova, il nostro uomo racconta storie sui muri: solidi come quello in cui si trova di fronte, muri invisibili che separano la ragione e la follia e quelli ineludibili tra la vita e la morte. Si chiede: "Da che parte del muro sono?"

Una serata creata da Marcello Magni , Gilles Aufray (scrittore) e Oliver Barwell-Aufray (musica) che presentano un work in progress per uno spettacolo futuro ... in cui tutto potrebbe accadere!

INFORMAZIONE GENERALE : Tutte le rappresentazioni teatrali sono in italiano con sovratitoli in inglese

Il Festival del Teatro Italiano è sponsorizzato da Ersel (07/08/2018-ITL/ITNET))

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07