Direttore responsabile Maria Ferrante − mercoledì 19 settembre 2018 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI E ITALIANI ALL'ESTERO - UE/-NATO SI RAFFORZANO I LEGAMI FRA UNIONE EUROPEA E NATI - TUSK(PRES.CONSIGLIO) "NON C'E' MIGLIOR COMPAGNO PER DIFENDERE CITTADINI EUROPEI"

(2018-07-10)

  "Abbiamo appena firmato una dichiarazione congiunta UE-NATO, che porta la cooperazione tra l'Unione europea e la NATO al livello piu' alto (http://www.consilium.europa.eu//media/36096/nato_eu_final_eng.pdf ). Lo scopo è chiaro. Vogliamo proteggere i cittadini europei con tutti i mezzi possibili a disposizione, e non c'è miglior compagno della NATO. È per questo che abbiamo accettato oggi a rafforzare i legami UE-NATO in un' aree di importanza cruciale. Essi comprendono il miglioramento della mobilità di truppe ed equipaggiamenti militari, la preparazione comune per i cyber attacchi e ibridi, lotta al terrorismo e di arresto contrabbandieri di migranti nel Mediterraneo. La più completa possibile alle nostre attività degli Stati membri dell'Unione europea che non sono membri della NATO sarà incoraggiata e facilitata in maniera all-inclusive, non discriminatoria, senza ostacoli artificiali.

Parlando alla vigilia del vertice Nato qui a Bruxelles, vorrei affrontare il Presidente Trump, che per molto tempo ha criticato l'Europa quasi tutti i giorni per, a suo avviso, i contributi insufficienti per le capacità di difesa comuni, e per la vita fuori gli Stati Uniti. Caro Presidente Trump: l'America non ha, e non avrà un alleato migliore dell' Europa. Oggi gli europei spendono per la difesa molte volte più che la Russia, e della Cina. E penso che non si può avere alcun dubbio, signor presidente, che si tratta di un investimento in difesa comune americana ed europea e la sicurezza. Il che non si può dire con fiducia circa la spesa russo o cinese.

Perciò avrei due osservazioni. Prima di tutto, cara America, apprezzate i vostri alleati...

Il denaro è importante, ma la genuina solidarietà è ancora più importante. Parlando di solidarietà, voglio dissipare le  tesi del presidente americano, che dice che gli Stati Uniti da solo protegge l'Europa contro i nostri nemici, e che gli Stati Uniti sono quasi da soli in questa lotta. L'Europa è stata la prima a rispondere su larga scala quando gli Stati Uniti sono stati attaccati, chiamati alla solidarietà dopo il 9/11. I soldati europei hanno combattuto spalla a spalla con i soldati americani in Afghanistan. 870 uomini coraggiosi europee e le donne hanno sacrificato le loro vite, tra cui 40 soldati dalla mia terra la Polonia. Egregio Signor Presidente, si prega di ricordare su questo domani, quando ci incontriamo in occasione del vertice della Nato, ma soprattutto quando si incontra il presidente Putin a Helsinki. Vale sempre la pena sapere: Chi è il tuo amico strategico? E chi è il tuo problema strategico? (10/07/2018-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07