Direttore responsabile Maria Ferrante − giovedì 14 dicembre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

PATRONATI ITALIANI NEL MONDO - BILANCIO SOCIALE INAS CISL: 1.466.272 UTENTI ASSISTITI NEL 2016 PER UN VALORE DI 12,34 MILIONI DI EURO. FURLAN (SEGR.GEN.CISL): "PATRONATI STRUMENTO INDISPENSABILE A TUTELA PIU' DEBOLI"

(2017-11-15)

Coniugare numeri e capacità di ascolto e di tutela: è l’impresa che il patronato Inas Cisl ha affrontato nel proprio bilancio sociale, presentato questa mattina a Roma, per dare un valore all’impegno quotidiano di 1.625 operatori dell’Istituto, in Italia e all’estero. Questi alcuni numeri del Bilancio Sociale presentato oggi dal Patronato INAS CISL nel corso di un incontro-dibattito al quale hanno preso parte Anna Giacobbe, Deputato membro Commissione XI –Lavoro Pubblico e Privato; Maurizio Petriccioli, Segretario Confederale Cisl;  Giuseppe Lucibello Direttore Generale Inail;  Giovanni Maggi Presidente Assofondipensione.
A chiusura l'intervento di Annamaria Furla, Segretario Generale della CISL che ha stigmatizzato come il Patronati svolgano un servizio indispensabile per aiutare i piu' deboli.

Per 1.466.272 utenti assistiti nel 2016, sono state aperte 2.173.210 pratiche in Italia, di cui 343.891 sono state elaborate in forma completamente gratuita in Italia, per un valore di 12,34 milioni di euro.

Il valore complessivo dell’attività è di 110 milioni, con un ritorno sociale generato dall’Inas, rispetto all’investimento pubblico, del 167%.

In questo sforzo di fornire tutela a una platea sempre più vasta, il lavoro dei volontari – a supporto dei dipendenti Inas – assume grande rilevanza, con oltre 700.000 ore di impegno gratuito.

L’Inas ha addirittura aumentato questa sua impressionante attività, nonostante una situazione economica fortemente segnata dai tagli al fondo patronati degli ultimi anni, dimostrando che la persona viene sempre prima dei freddi numeri.

“Non ci sottraiamo alla necessità di mettere nero su bianco i conti in nome della trasparenza, ma ci sembra fondamentale anche dare non solo un costo ma un valore ad ogni nostra scelta e strategia, rimettendo al centro la persona”, ha commentato il presidente del patronato, Domenico Pesenti.

“Il patronato è uno strumento indispensabile nella nostra democrazia. Svolge un ruolo sociale importantissimo di sussidiarietà, di supplenza ed anche di collegamento tra le istituzioni, gli enti nazionali che si occupano di previdenza, di infortuni e malattie sul lavoro e la cittadinanza”- ha sottolineato la Furlan ricordando il valore sociale e la capillarità dell’attività del patronato nel nostro paese. 

“La straordinaria professionalità degli operatori del nostro patronato Inas viene ogni giorno riconosciuta da migliaia di cittadini che si rivolgono a questo servizio- ha detto la Furlan. Ma sono anni che aspettiamo una regolazione da parte delle istituzioni in un settore dove oggi non tutti hanno le stesse caretteristiche di qualità, trasparenza e professionalità dei patronati sindacali. La grande sfida sarà quella di individuare, attraverso i nuovi bisogni, i servizi da offrire ai cittadini, in modo da poter tutelare i più deboli e bisognosi, mettendo sempre al centro i diritti della persona” (15/11/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07