Direttore responsabile Maria Ferrante − venerdì 22 settembre 2017 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

PATRONATI ITALIANI NEL MONDO - MARCINELLE - IMBURGIA (DIRETT.GEN.ITAL UIL): "CONTRIBUTO UMANO E SOCIALE CHE NON DOVREMO MAI DIMENTICARE"

(2017-08-09)

  La “Giornata Nazionale del Sacrificio del Lavoro Italiano nel Mondo”  con il suo carico di tragedie, a partire da quella così drammatica che i minatori italiani in Belgio e le loro famiglie hanno dolorosamente vissuto a Marcinelle, è simbolo delle sofferenze e del forte contributo che gli italiani hanno dato allo sviluppo dell'Italia e dei Paesi in cui sono emigrati".  "Un contributo che non dovremo mai dimenticare, ricorda Maria Candida Imburgia, Direttore Generale del Patronato ITAL UIL, rendendo omaggio alla memoria di quanti fra gli italiani all'estero, ma anche in Italia, hanno vissuto sulla propria pelle il dramma degli incidenti sul lavoro.

"Un impegno che li ha visti più che mai determinati nel perseguire orizzonti di integrazione occupazionale e sociale, riuscendo a socializzare e ad integrare positivamente  le proprie famiglie in un tessuto sociale spesso non  favorevole,  in terre lontane ed in ambienti molto diversi dalla proprio Paese  d'origine e dalle proprie tradizioni."  stigmatizza l'esponente dell'ITAL UIL ricordando  con un sentimento di particolare affetto uomini e donne incontrati nel corso dei suoi viaggi all'estero. "Molti fra loro hanno trovato "fortuna", altri non sono riusciti a cogliere le opportunità ma hanno contribuito tutti a promuovere all'estero  questa nostra Italia" afferma "orgogliosa" Imburgia.
"Si, ne sono 'orgogliosa', sottolinea,  perchè hanno saputo dare un  'valore aggiunto', sia in termini economici che culturali,  partendo da quella 'valigia di cartone' che simbolicamente si accompagna all'immagine dell'emigrazione italiana nei cinque continenti".
 
  Un contributo che gli italiani continuano a dare alle società di tanti Paesi - fa presente la rappresentante del Patronato ITAL UIL, rivolgendo l'attenzione ai molti italiani che oggi  sono nuovamente costretti a scegliere  la strada del lavoro all'estero. Una scelta - quella dei millennials-  che, tuttavia, stigmatizza Imburgia, è caratterizzata da una maggiore consapevolezza, grazie anche ad una preparazione culturale che spesso mancava nel secolo scorso,  delle condizioni di lavoro e di vita che troveranno nei Paesi di emigrazione. Una consapevolezza che tuttavia non sempre è bastevole a sostenere gli attuali percorsi migratori " ammette Maria Candida Imburgia, sottolineando l'impegno e la vicinanza  del Patronato della UIL accanto ai connazionali all'estero, a sostegno della nuova emigrazione italiana come di quella che da tempo vive all'estero.

"Oggi,  ricordando la tragedia di Marcinelle, scorrono d'avanti a noi le immagini di quegli uomini anneriti dalla polvere di carbone nelle viscere della terra ed insieme a loro le fotografie  di quei bambini che li aiutavano penetrando nei cunicoli più stretti. Bambini, di cui non si ricordano nemmeno i nomi, che vivevano con le loro famiglie in quelle inospitali baracche destinate ai minatori pur di rimanere uniti nella sorte. Donne e bambini che hanno subito gli effetti di quelle tragedie che il mondo del lavoro ha dolorosamente vissuto ma dalla cui esperienza ha tratto input e  strumenti giuridici per poter tutelare i lavoratori.
Un fenomeno, quello delle morti bianche - ricorda l'esponente del'ITAL UIL - che si è drasticamente ridimensionato, anche se ancora molto resta da fare.  Ed  in quest'ambito - afferma Imburgia - sono numerosi i progetti varati dalL'ITAL in sinergia con la UIL e le categorie di riferimento  grazie al supporto qualitativo di  un validissimo comitato scientifico composto da professionisti del settore della sicurezza sul lavoro per garantire il massimo della tutela negli ambienti di lavoro. Un obiettivo per il quale siamo in prima linea - conclude il direttore generale dell'ITAL - perchè tragedie come quella di Marcinelle e delle tante grandi tragedie del passato - non abbiano piu' a ripetersi." (09/08/2017-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07