Direttore responsabile Maria Ferrante − sabato 14 dicembre 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

ITALIANI ALL'ESTERO - MARCINELLE - AL FILM FESTIVAL DELLA LESSINIA ETTA SCOLLO E LEONARDO DE COLLE HANNO RICORDATO MARCINELLE CON L'AUTORE DEL LIBRO "LA CATASTROFA" PAOLO DI STEFANO

(2016-08-22)

Ieri, domenica 21 agosto, al Film Festival della Lessinia, per il ciclo di incontri  "Parole alte"  si è ricordata una delle pagine più nere della storia italiana ed Europea  la tragedia di Marcinelle avvenuta la mattina dell'8 agosto del 1956 in un distretto carbonifero del Belgio dove morirono 262 minatori, 136 dei quali italiani, caduti per un banale accidente ed uccisi dall'imprevidenza premeditata, dalla mancanza di misure protettive, dalla disorganizzazione.

Ispirata da La Catastròfa, libro scritto da Paolo Di Stefano, la cantante Etta Scollo ha composto l'omonimo oratorio musicale per canto, chitarra, voce narrante. Ad affiancarla sul palcoscenico del Teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova l’attore Leonardo De Colle, che ha curato l’adattamento del testo, a dar melodia e voce alle testimonianze di vedove, orfani, sopravvissuti, soccorritori le cui vicende s'intrecciano con la ricostruzione giudiziaria dedotta da carte processuali ed interrogatori.

A precedere l'evento è la presentazione del romanzo-verità (Sellerio 2011) alla presenza dell'autore. Dalle parole dei superstiti emerge il sentimento dell'abbandono: si sentirono orfani, della miniera e della patria: “Ma alla fine abbiamo mandato giu? papà al cimitero, mentre noi abbiamo rimasto qui in Belgio e non ce l'ho mai domandato alla mamma, che ora ha novantasei anni, perché ha voluto prendere questa decisione di non muoversi piu? dal Belgio”.

Quello della Catastròfa, che significa incendio nell'espressione metà dialetto metà francese, è un dramma scivolato nel colpevole oblio al quale il Festival restituisce attenzione, facendo riaffiorare documenti. Ridando parola a minatori superstiti, amici, familiari, bambini dell'epoca. Testimonianze che riecheggiano tra i cunicoli arroventati della miniera incendiata, gli anfratti dove alcuni cercarono rifugio, dalla superficie tra i pianti, il frastuono dei soccorsi, le prime dichiarazioni, quindi l'inchiesta e l'inerzia della giustizia a parlare di tematiche ancora attuali: il lavoro, la dignità, la sicurezza, l'emigrazione, la patria, la giusta remunerazione. Parole-chiave che oggi, come allora, hanno bisogno
di chiarezza. L'incontro è organizzato in collaborazione con l'Università degli studi di Verona. (22/08/2016-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07