Direttore responsabile Maria Ferrante − mercoledì 19 giugno 2019 o consulta la mappa del sito
italialavorotv.it

Sponsor

IMPRENDITORIA INNOVATIVA E RICERCA ITALIANA NEL MONDO A "PHARMA FINANCE"- L'APPORTO DEI CAPITALIST EMIGRATI ITALIANI

(2008-05-23)

    Biotecnologie, finanza, nanotecnologie e materiali Innovativi al centro di Pharma Finance un incontro promosso a Roma da Regione Lazio e Sviluppo Lazio per agevolare il processo di internazionalizzazione del tessuto economico-produttivo laziale, in collaborazione con il Ministero del Commercio Internazionale, l'Istituto nazionale per il commercio estero-ICE, Filas Spa e Zangani Investor Community.

Il Congresso Internazionale per le Scienze della Vita, alla seconda edizione, ? nato dall'esigenza di promuovere un forum internazionale di discussione e di business a disposizione dell'imprenditoria, del mondo della ricerca pubblica e privata e della finanza. 
Numerose le presenze internazionali, provenienti dall?Unione europea e da altri Paesi fortemente orientati alla ricerca e ai settori innovativi, come Stati Uniti, Israele e Canada.

  Immediato al convegno un chiarimento ?parlare di promozione del Made in Italy? non vuol dire soffermarsi solo sui settori moda ed enogastronomia ma andare oltre, puntando sui  settori innovativi, valorizzando la qualit? rispetto alla quantit?? questi gli obiettivi che Gianfranco Caprioli, Direttore Generale Divisione per la Promozione degli Scambi del Ministero del Commercio Internazionale, ha suggerito alla politica economica italiana ed internazionale, per non parlare della esigenza di interconnessione, tra il mondo accademico e l'imprenditoria. L'Italia deve inserirsi dove la sua esperienza possa dare valore aggiunto, ha proseguito  Caprioli , e ?trasformare la rete in sinapsi, all'interno della quale si scambiano energie?. ?L'Italia sul piano economico ? fatta da tante piccole realt?, il 93,5% delle imprese ha meno di 50 dipendenti, e il 60 % meno di 10, e queste realt? solo legandosi in una ragnatela riusciranno a crescere professionalmente con l'interdisciplinarit??.

Di ?progetto vincente e di grande valore per ottimizzare le reti di cooperazione economica-scientifica? ha parlato il Presidente Sviluppo Lazio Spa, Giancarlo Elia  Valori.  Un progetto sul quale, come ha affermato Flaminia Sacc?, Presidente di FILAS Spa, la finanziaria della Regione Lazio, la Filas e il Ministero intendono investire relativamente alla Bioscienza con l'obiettivo di far crescere il settore ulteriormente? in un'area, come quella laziale dove c'? un'alta concentrazione di imprese farmaceutiche e centri di ricerca con oltre 10.000 ricercatori.

E di ?fiore all'occhiello del nostro lavoro? ha parlato Francesco De Angelis Assessore alla Piccola e Media Impresa, Commercio e Artigianato della Regione Lazio, che ha fatto presente come in questi ultimi anni, grazie anche alla attuazione della legge sull'internazionalizzazione, l'export ? gi? cresciuto di 8 punti. L'obiettivo ora ? ?migliorare la qualit? della vita rispettando l'ambiente nella produzione, colmando l'esigenza industriale, considerando che crescono  i progetti, crescono le imprese e cresce l'economia del paese nel settore chimico farmaceutico? Ma il Lazio vuol andare anche piu' in l?, favorendo progetti integrati tra enti sociali , imprese e paesi stranieri per fare del Lazio un territorio produttore di elementi che migliorano e tutelano la vita? ?Oggi ci sono pi? strumenti per sostenere l'incontro tra scienza e impresa? sottolinea Claudio Mancini Assessore allo Sviluppo Economico, Ricerca, Innovazione e Turismo della Regione Lazio, spiegando le nuove prospettive  del programma  quadro e della legge sull'internazionalizzazione.

Da parte sua,  Giovanni Luigi Marenco, del Comitato Controllo Strategico dell' ENEA propone il nuovo modello di laboratorio misto pubblico-privato, che contribuir? allo sviluppo di settore, coinvolgendo le PMI nei grandi  progetti scaturiti dagli accordi internazionali. Un esempio pu? essere dato dal solare termodinamico, dove l'Italia da tecnologia in cambio di risorse, oppure il progetto laboratorio misto Italia-Cina e la collaborazione condotta tra ENEA  e Universit? di Tor Vergata.

  Di esigenza di alta formazione parla Stefano Ciccone, Direttore del Parco Scientifico di Tor Vergata,  che sottolinea il contributo della ricerca allo sviluppo economico-sociale, ?altrimenti non si rischia di non andare avanti?, come testimoniano molte aziende che una volta giunte al successo hanno abbandonato la ricerca, perdendo immediatamente i vantaggi acquisiti. 

Altrettanto importante il contributo degli imprenditori italiani all'estero, come il Presidente della Competitive Technologies Inc., John Nano, che ha cooperato alla realizzazione, tramite un'impresa coreana, di un progetto tutto italiano, nato due anni fa proprio durante il primo Pharma Finance, grazie all'idea di Giuseppe Marineo, ricercatore e presidente della Delta R&D Srl,  di una ?Scrambler Therapy? contro il dolore cronico. John Nano con il suo staff ha lavorato alla realizzazione di  ottimi progetti, due dei quali hanno vinto il Nobel.(23/05/2008-ITL/ITNET)

Altri prodotti editoriali

Contatti

Contatti

Borsa italiana
Borsa italiana

© copyright 1996-2007 Italian Network
Edizioni Gesim SRL − Registrazione Tribunale di Roma n.87/96 − ItaliaLavoroTv iscrizione Tribunale di Roma n.147/07